Il meccanismo di Mosca dell’OSCE invocato nuovamente sulla guerra russa in Ucraina: dichiarazione congiunta

Signor Presidente ,

Questa dichiarazione è stata rilasciata a nome di Albania, Andorra, Bosnia ed Erzegovina, Canada, Georgia, Islanda, Liechtenstein, Repubblica di Moldova, Monaco, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, San Marino, Serbia, Svizzera, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e Stati membri dell’Unione Europea.

Oggi le nostre delegazioni invieranno la seguente lettera a Matteo Micache, Direttore dell’Ufficio OSCE per le istituzioni democratiche e i diritti umani, citando ancora: Meccanismo di MoscaCon il sostegno dell’Ucraina, dove abbiamo ancora preoccupazioni per le conseguenze umanitarie dell’invasione russa e il potenziale per crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

ˮ Direttore Mikachi,

Il 24 febbraio 2022, la Federazione Russa, con il sostegno della Bielorussia, ha lanciato un’invasione per dichiarare guerra all’Ucraina. Questa ulteriore invasione è avvenuta sullo sfondo dell’aggressione russa in corso contro l’Ucraina, che dal 2014 ha violato la sovranità, l’indipendenza e l’integrità territoriale dell’Ucraina all’interno dei suoi confini e delle sue acque territoriali riconosciute a livello internazionale.

Il 3 marzo 2022, 45 delegazioni dell’OSCE, dopo consultazioni bilaterali con l’Ucraina nell’ambito del Meccanismo di Vienna (la dimensione umana), hanno invocato il Meccanismo di Mosca (la dimensione umana) ai sensi del paragrafo 8 di tale documento. Abbiamo chiesto all’Ufficio delle istituzioni democratiche e dei diritti umani (ODIHR) di chiedere all’Ucraina se inviterà una missione di esperti per affrontare i diritti umani e le conseguenze umanitarie dell’invasione e degli atti di guerra della Federazione Russa, con il sostegno della Bielorussia, su persone. Ucraina, entro i confini e le acque territoriali dell’Ucraina riconosciuti a livello internazionale.

Successivamente, una missione di esperti è stata incaricata, tra l’altro, di:

  • stabilire i fatti e le circostanze relativi a possibili violazioni degli obblighi dell’OSCE, violazioni e abusi dei diritti umani internazionali e del diritto umanitario;
  • stabilire i fatti e le circostanze di potenziali casi di crimini di guerra e crimini contro l’umanità, compresi attacchi deliberati e indiscriminati contro civili e infrastrutture civili; Raccogliere, consolidare e analizzare queste informazioni al fine di presentarle ai pertinenti meccanismi di responsabilità, nonché a tribunali o tribunali nazionali, regionali o internazionali che hanno o potrebbero avere giurisdizione in futuro.
READ  Flo Rida debutta all'Eurovision a sostegno del San Martino

Martedì 12 aprile 2022 i paesi partecipanti all’OSCE hanno ricevuto il rapporto degli esperti indipendenti, che ha confermato le nostre comuni preoccupazioni sull’impatto dell’invasione della Federazione Russa e degli atti di guerra..

Preoccupate per il continuo impatto dell’aggressione russa in corso contro l’Ucraina, le delegazioni di Albania, Andorra, Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Canada, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Paesi Bassi, Macedonia del Nord, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia richiamano Svizzera, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti d’America nuovamente il Meccanismo di Mosca (la dimensione umana) ai sensi del paragrafo 8 di tale documento. Chiediamo all’Ufficio delle istituzioni democratiche e dei diritti umani (ODIHR) di chiedere all’Ucraina se inviterà una nuova missione di esperti per esaminare, seguire e basarsi sui risultati del rapporto sul meccanismo di Mosca ricevuto dai paesi partecipanti all’OSCE il 12 aprile.

Chiediamo inoltre all’ODIHR di fornire qualsiasi informazione o documentazione pertinente derivata da qualsiasi nuovo incarico ad altri meccanismi di responsabilità appropriati, nonché a tribunali o tribunali nazionali, regionali o internazionali che hanno, o potrebbero avere in futuro, giurisdizione. ˮ

Grazie, signor presidente.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x