Il repubblicano Mitch McConnell batte il record di leadership del Senato degli Stati Uniti | Notizie di politica

McConnell è diventato il leader del Senato più longevo nella storia della camera con la convocazione del 118 ° Congresso degli Stati Uniti.

Con il 118esimo Congresso degli Stati Uniti che si riunisce per la prima volta martedì, il Senato sta stabilendo un record battuto dal senatore Mitch McConnell, che è diventato il leader del Senato più longevo della storia.

McConnell, un repubblicano di 80 anni del Kentucky, ha superato il record di 16 stabilito dal defunto senatore democratico Mike Mansfield. McConnell è il leader repubblicano del Senato dal 2007.

L’evento di martedì al Senato è in netto contrasto con il dramma che si sta svolgendo alla Camera, dove la controparte di McConnell – l’anziano repubblicano Kevin McCarthy – deve affrontare l’opposizione all’interno del suo stesso partito per la sua candidatura a diventare Presidente della Camera.

Alla fine della sessione del Congresso di martedì, McCarthy non era riuscito a raccogliere un sostegno sufficiente in tre votazioni separate, lasciando la posizione del presidente non reclamata.

Allo stesso modo, McConnell ha affrontato l’opposizione quando ha presentato istanza di rielezione alla sua posizione di leadership a novembre. Ma ha superato facilmente una sfida del senatore della Florida Rick Scott, con 37 voti repubblicani, sufficienti per respingere i 10 voti di Scott.

Nel 118esimo Congresso, McConnell è tornato in carica come leader di minoranza, dopo che i democratici hanno sventato una “ondata rossa” nelle elezioni di metà mandato dello scorso novembre. Hanno mantenuto una risicata maggioranza nei 100 seggi del Senato, grazie alle vittorie in stati chiave come la Georgia, dove il candidato democratico in carica Raphael Warnock ha mantenuto il suo seggio al ballottaggio di dicembre.

READ  Max Verstappen incidente nel GP di Gran Bretagna

Un altro nuovo titolare di una vittoria a medio termine è stato il democratico Chuck Schumer di New York, che aveva un record tutto suo da battere. Il leader della maggioranza al Senato Schumer è diventato il senatore più longevo per il suo mandato martedì, mentre il vicepresidente Kamala Harris ha presieduto la cerimonia di giuramento.

La cerimonia è stata anche l’occasione per accogliere sette nuovi senatori: due democratici e cinque repubblicani. Uno di questi nuovi arrivati ​​è stato Jon Fetterman della Pennsylvania, un democratico e l’unico candidato a ribaltare un seggio al Senato nelle elezioni di medio termine del 2022.

Il seggio è rimasto vacante dopo che il senatore repubblicano Pat Toomey ha annunciato il suo ritiro, scatenando una gara molto attesa tra Fetterman e il candidato repubblicano Mehmet Oz, il personaggio televisivo sostenuto dall’ex presidente Donald Trump.

Altri nuovi senatori includono Peter Welch del Vermont, Ted Budd della Carolina del Nord, Marquin Mullen dell’Oklahoma, Eric Schmidt del Missouri, JD Vance dell’Ohio e Katie Brett dell’Alabama, la prima donna del suo stato eletta nel consiglio.

Anche la democratica Patty Murray ha fatto la storia, diventando la prima donna in assoluto a servire come presidente ad interim del Senato. Il ruolo consente a Murray di presiedere il Senato in assenza del vicepresidente, e mette anche il suo terzo in fila per la presidenza, dietro il vicepresidente e il presidente della Camera.

Con l’indipendente Kirsten Sinema dell’Arizona che riceve incarichi di commissione dai Democratici, il partito mantiene una maggioranza di 51-49 al Senato.

Il consiglio ha il potere di approvare o respingere i candidati alla presidenza per le principali cariche esecutive e giudiziarie. Il presidente democratico Joe Biden, infatti, ha reintrodotto 85 candidature che non avevano superato il precedente Senato.

READ  Leader afghani veterani negoziano con i talebani | Notizie talebane

Tra loro c’è il candidato di Biden come ambasciatore in India, Eric Garcetti. Mentre prestava servizio come sindaco di Los Angeles, Garcetti è stato accusato di aver ignorato le denunce di molestie sessuali contro uno dei suoi assistenti. Ma la sua candidatura non ha ancora ricevuto un voto pieno dal Senato.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x