Il ritorno dell’Italian Sanofi Open di Torino

Il ritorno dell’Italian Para Open – Sanofi ancora una volta campione al Royal Park 1 Rovere di Viano (Torino) dove dal 25 al 26 maggio si sfideranno 44 partecipanti. A una sfida che trascende l’esito, in nome dei valori e dell’inclusione sociale, punto cardine del progetto Ryder Cup 2023.

Disabili Italia Open, dichiarazioni

“Green” rappresenta, per molti campioni delle competizioni, il segreto del rinascimento. Per uno sport combinato, che punta ad abbattere ogni barriera. In Piemonte, Distretto Sportivo Europeo 2022, partiranno con gli sfavoriti Tommaso Perino (che ha vinto le ultime due edizioni del campionato nel 2019 e 2021) e lo svedese Joachim Björkmann (che ha disputato la competizione dal 2015 al 2018).

L’evento è aperto a tutte le categorie di disabilità e si giocherà su 36 buche (18 buche al giorno). Inserito nel calendario EDGA (European Disabled Golf Association), mostrerà la forza a tutto tondo del golf.

“Questo evento, che porterà in campo tante storie di forza, coraggio e determinazione, testimonia l’impegno e la sollecitudine della FIG nei confronti di tutti i giocatori con disabilità.Stiamo registrando un crescente interesse per il golf da parte di molti che hanno avuto paura di avvicinarsi a questo sport.

Il golf, grazie alla sua naturale tendenza all’inclusività, non conosce confini e apre nuovi orizzonti di vita all’insegna del benessere psicofisico”, afferma Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf.

“Inclusione e inclusione, due dei punti cardine del Progetto Ryder Cup 2023, stanno trovando la loro piena realizzazione all’Italian Paralympic Open, evento che testimonia, anno dopo anno, il fascino del golf nei confronti del mondo delle Paralimpiadi.

READ  L'appello del terzino destro dà a Southgate un dilemma per l'Inghilterra

Oltre alla dimensione agonistica, la FIG è impegnata anche in ambito sociale per incoraggiare le persone con disabilità ad iniziare a giocare a golf. In quest’ottica, Golf4Autism, iniziativa in collaborazione con il Programma Golf, prosegue a pieno regime a livello nazionale, per garantire lezioni su misura per i bambini con autismo.

Grazie alla formazione tecnica del Master preparata dalla FIG”, ha sottolineato Gian Paolo Montale, Direttore Generale del progetto Ryder Cup 2023.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x