Influenza aviaria confermata nelle oche canadesi ad Abbotsford Park – Prince Robert Northern View

L’influenza aviaria sta uccidendo alcune oche canadesi ad Abbotsford Park, secondo il fondatore di un rifugio per la fauna selvatica locale.

Elizabeth Melnick dell’Elizabeth Wildlife Center ha detto di ricevere chiamate quasi ogni giorno che le oche sono state trovate morte o che mostravano sintomi a Mill Lake.

Ha detto che molti degli uccelli portati al centro da allora sono risultati positivi all’infezione.

Melnik ha detto di aver visto più casi rispetto alla precedente grave epidemia di influenza aviaria nel 2004.

“Non ricordo che fosse così a Mill Lake”, ha detto. “Si sta diffondendo a macchia d’olio.”

La prima conferma di quest’anno del virus H5N1 nella Columbia Britannica è stata a metà aprile presso un produttore di pollame commerciale nell’Okanagan settentrionale.

Focolai della malattia sono stati segnalati in tutta la Columbia Britannica, anche a metà maggio in un allevamento di pollame commerciale ad Abbotsford.

Gli edifici colpiti sono stati messi in quarantena dalla Canadian Food Inspection Agency.

Melnick ha detto di aver appreso per la prima volta della diffusione locale del virus agli uccelli selvatici quando un picchio maschio e un anatroccolo malati sono stati portati al centro dal Greater Vancouver Zoo di Aldergrove il 16 maggio.

Ha detto che gli uccelli mostravano evidenti sintomi di influenza aviaria – che colpisce il sistema nervoso centrale – incluso scuotimento della testa.

I risultati di laboratorio hanno confermato che gli uccelli erano stati infettati dal virus.

Melnick ha quindi iniziato a ricevere chiamate dal pubblico in merito alla morte delle oche canadesi a Mill Lake e alcuni pazienti sono stati portati al centro.

READ  Uno studio rileva che l'Oceano Artico si sta riscaldando decenni prima del previsto

Ha detto che un sospetto caso di influenza aviaria le ha richiesto di isolare gli uccelli dagli altri animali del centro e di dotarli di dispositivi di protezione individuale.

Un caso confermato comporta l’eutanasia dell’uccello.

Melnick ha affermato che la gestione di questi casi ha aumentato la pressione sul centro per la fauna selvatica nel periodo più trafficato dell’anno e prima che l’espansione e i lavori di ristrutturazione avvengano.

“Ha aggiunto molto al nostro carico di lavoro per la già impegnativa stagione per bambini del trailer di AMCO”, ha affermato.

Con l’eccezione del primo e del secondo uccello, Melnick ha detto di aver visto l’influenza che ha colpito le oche canadesi solo a Mill Lake.

L’Elizabeth Wildlife Center è uno dei principali centri di riabilitazione della fauna selvatica della Columbia Britannica, incentrato sulla cura di piccoli mammiferi e uccelli.

I suoi servizi includono la fornitura di servizi nutrizionali, medicinali e veterinari a piccole creature come scoiattoli, conigli, opossum, colibrì e corvi in ​​modo che possano tornare in natura.

Chiunque veda un uccello selvatico morto è pregato di chiamare il Programma di indagine sulla moralità degli uccelli selvatici al numero 1-866-431-2473 per presentare una denuncia.


vhopes@abbynews.com
come noi Facebook e seguici Twitter

uccelli e fauna selvatica

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x