― Advertisement ―

spot_img
HomesportJannik Sinner stordisce Novak Djokovic e manda l'Italia in finale di Coppa...

Jannik Sinner stordisce Novak Djokovic e manda l'Italia in finale di Coppa Davis

Jannik Sinner ha sbalordito Novak Djokovic con le sue vittorie in singolo e doppio Italia Alla finale di Coppa Davis per la prima volta dopo 20 anni.

Djokovic ha avuto un periodo spiacevole all'inizio quando non è riuscito a capitalizzare tre match point consecutivi in ​​una sconfitta in singolo per 6-2, 2-6, 7-5 contro il numero quattro del mondo Sinner.

Questa è stata la prima sconfitta di Djokovic nel singolare di Coppa Davis dal suo ritiro contro Juan Martin del Potro 12 anni fa, ponendo fine a una serie di 21 vittorie consecutive.

Serbia Si era portato in vantaggio per 1-0 nella semifinale di Malaga grazie alla vittoria di Miomir Kecmanovic su Lorenzo Musetti, ma la sconfitta di Djokovic ha mandato il pareggio alla partita decisiva del doppio.

Djokovic e Sinner si sono schierati su fronti opposti per la quarta volta in meno di due settimane insieme rispettivamente a Kecmanovic e Lorenzo Sonego, ed è stata la coppia italiana a strappare una vittoria per 6-3, 6-4 a mandare il proprio paese al secondo turno. Domenica incontrerà l'Australia per il titolo.

Dopo che Kekmanovic ha consolidato la sua buona prestazione contro il britannico Jack Draper battendo Musetti 6-7 (7), 6-2, 6-1 in uscita da un set, sembrava che tutto fosse pronto per Djokovic per mandare la Serbia in finale .

Novak Djokovic stringe il pugno

Novak Djokovic era sul punto di battere Jannik Sinner (Adam Davey/PA)

La fiducia che Sinner aveva acquisito dopo la vittoria nella fase a gironi su Djokovic alle ATP Finals è stata delusa da una convincente sconfitta in finale, ma il numero uno del mondo è apparso esausto, forse più mentalmente che fisicamente, durante il primo set.

READ  Le squadre maltesi di rugby a sette hanno fatto il loro debutto nel GSSE con Hard Hits in the heat

Entrambi gli uomini erano passati direttamente dal Torino al Malaga, ma Sinner è 14 anni più giovane del suo rivale e ha sfruttato appieno alcuni errori insoliti per raggiungere una serie di cinque vittorie consecutive.

C'è stata un'altra atmosfera eccellente al Martin Carbina Palace, adatta al tipo di grande resa dei conti di cui la Coppa Davis non ha visto abbastanza negli ultimi dieci anni e più.

Djokovic ha fatto della vittoria del suo primo titolo con la Serbia dal 2010 una delle sue priorità più importanti, e ha mostrato più energia positiva all'inizio del secondo set, rompendo il servizio del suo avversario per la prima volta portandosi in vantaggio per 3-1 dopo che il suo avversario aveva commesso una doppietta. colpa.

Un secondo break ha portato la gara al punto decisivo, dove sembrava una questione di quando piuttosto che se Djokovic avrebbe fatto la svolta.

Ma Sinner ha rifiutato di arrendersi, salvando break point in due partite separate prima della sua impressionante rinascita per 4-5, quando ha vinto cinque punti consecutivi da 0-40.

Le occasioni sprecate sembravano pesare su Djokovic e, per ricordare che anche i migliori giocatori non sono immuni alla pressione, il serbo ha effettuato un tiro al volo di routine per dare a Sinner un break point e poi lo ha passato dopo un servizio sconsiderato e tiro al volo.

Qualche istante dopo, Djokovic ha fatto un lungo ritorno sulle note del giubilo italiano e ha sbalordito il silenzio serbo, con Sinner che ha detto: “È stata una partita fantastica”. “Eravamo a un punto dall’eliminazione dalla competizione, ma siamo ancora qui”.

READ  Il Ct dell'Irlanda Andy Farrell ha espresso la sua ammirazione per l'inno nazionale eseguito dal giovane Stevie Mulroney

Il record di Djokovic in Coppa Davis in singolo può essere formidabile, ma il suo record in doppio non lo è, con solo quattro vittorie nelle 11 partite precedenti.

Novak Djokovic fa un gesto al pubblicoNovak Djokovic fa un gesto al pubblico

Novak Djokovic fa un gesto alla folla (Adam Davey/PA)

Nessuno dei quattro giocatori scelti era un giocatore abituale del circuito di doppio, ma la coppia italiana sembrava più in sintonia con il sistema e ha rotto il servizio di Djokovic nel tentativo di vincere il primo set.

Anche loro si sono staccati all'inizio del secondo tempo, ma questa volta la Serbia è tornata e, dopo aver perso la calma con il pubblico britannico giovedì, Djokovic ha iniziato a fischiare gli italiani.

Dopo che Sinner ha salvato quattro break point mantenendo il punteggio sul 3-3, un'altra lunga partita, questa volta sul servizio di Kecmanovic, ha portato al break per la coppia italiana, e opportunamente è stato Sinner a sigillare la vittoria.