― Advertisement ―

spot_img

Studio: la Via Lattea potrebbe essere più grande del previsto

Kunming, 12 luglio 2020 (Xinhua) -- Gli scienziati hanno affermato che la Via Lattea potrebbe essere più grande di quanto precedentemente previsto e avere...
HomescienceLa missione di Euclid parte in Europa per svelare l'"universo oscuro"

La missione di Euclid parte in Europa per svelare l'”universo oscuro”

![Euclid Space Telescope liftoff – NASA](https://images.twnmm.com//c55i45ef3o2a/l4hqxxjx0mpAp2StlOdyR/178bdbbe5b7252d0077e7bf337e6b654/Euclid_Space_Telescope_liftoff_NASA.jpg), collegamento a Lagrange Point 2. Credito: NASA*

Un nuovo telescopio è stato lanciato nello spazio che “farà luce” sull’universo invisibile della materia oscura e dell’energia oscura.

Ci sono due grandi misteri dell’universo che attualmente occupano i pensieri di astronomi e astrofisici.

Da quello che possiamo vedere con i nostri telescopi, le galassie si comportano in modo molto strano. Il modo in cui ruotano, il modo in cui interagiscono tra loro e il modo in cui la loro gravità piega la luce sembra contenere molto più “materiale” che possiamo rilevare solo stelle, gas e polvere. Punta qualsiasi tipo di telescopio che desideri verso l’universo, dai raggi gamma alla radio, e non c’è modo di calcolare la massa extra che queste galassie (inclusa la nostra) sembrano avere. Gli scienziati chiamano questa parte invisibile e non calcolata materia oscura.

Su scala più ampia, il nostro universo sta crescendo, con le galassie che si allontanano sempre di più nel tempo. La parte strana è che l’espansione dell’universo sta accelerando, ma non c’è nulla che possiamo vedere o rilevare che stia guidando questa accelerazione. La ragione di ciò è attualmente chiamata energia oscura.

Sabato 1 luglio 2023 è stato lanciato nello spazio un nuovo telescopio che potrebbe aiutarci a scoprire i misteri dietro la materia oscura e l’energia oscura. Agenzia spaziale europea Il compito di Euclide È stato lanciato in orbita da un razzo SpaceX Falcon 9 e ora sta facendo il suo viaggio verso Lagrange Point 2, circa 1,5 milioni di chilometri “dietro” la Terra (vista dal Sole).

Euclide guardando l’universo

L’illustrazione concettuale di questo artista mostra il telescopio Euclid dell’ESA nello spazio. Credito immagine: NASA/ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

Secondo il ESA:

Euclid osserverà miliardi di galassie fino a 10 miliardi di anni luce di distanza per creare la mappa 3D più grande e accurata dell’universo, con la terza dimensione che rappresenta il tempo stesso. Questo diagramma dettagliato della forma, della posizione e del movimento delle galassie rivelerà come la materia è distribuita su vaste distanze e come l’espansione dell’universo si è evoluta nel corso della storia cosmica, consentendo agli astronomi di dedurre le proprietà dell’energia oscura e della materia oscura. Ciò aiuterà i teorici a migliorare la nostra comprensione del ruolo della gravità ea determinare la natura di queste misteriose entità.

“Oggi celebriamo il successo del lancio di una missione rivoluzionaria che pone l’Europa in prima linea negli studi cosmologici”, ha dichiarato sabato Carole Mundell, direttore scientifico dell’Agenzia spaziale europea. “Se vogliamo comprendere l’universo in cui viviamo, dobbiamo scoprire la natura della materia oscura e dell’energia oscura e comprendere il ruolo che hanno svolto nel plasmare il nostro universo. Per rispondere a queste domande fondamentali, Euclid presenterà la mappa più dettagliata del cielo al di fuori della galassia. Questa inestimabile ricchezza di dati consentirà inoltre alla comunità scientifica di indagare su molti altri aspetti dell’astronomia per molti anni a venire.”

Periodo di attesa di 3 mesi

Proprio come è successo con il James Webb Space Telescope, Euclid è ora in viaggio fuori dall’orbita terrestre, diretto a Lagrange Point 2 (L2). Un punto “stabile” nello spazio causato dall’attrazione gravitazionale della Terra, della Luna e del Sole.

Terra-sole-luna-punti-di-Lagrange-NASA

Terra-sole-luna-punti-di-Lagrange-NASA

Questo diagramma mostra una vista perfetta dei cinque punti lagrangiani causati dall’attrazione gravitazionale del sole, della terra e della luna. Viene mostrato un telescopio in orbita attorno al punto lagrangiano 2 (L2). Il diagramma non è in scala. Credito immagine: NASA / WMAP Science Team

“L2 è l’ideale per l’astronomia perché il veicolo spaziale è abbastanza vicino da comunicare facilmente con la Terra, può mantenere il Sole, la Terra e la Luna dietro il veicolo spaziale solare e (con un’adeguata schermatura) fornire una visione chiara dello spazio profondo per i nostri telescopi”. dice la NASA.

Il viaggio di Euclide in L2 ESA

Il viaggio di Euclide in L2 ESA

Questo diagramma descrive in dettaglio la sequenza temporale del viaggio di Euclid al livello due e le settimane di test necessarie prima che inizi a raccogliere dati scientifici sull’universo oscuro. Credito: ESA (CC BY-SA 3.0 IGO)

Secondo l’ESA, Euclid dovrebbe impiegare quattro settimane per raggiungere L2. In volo, il telescopio si raffredda in modo che i suoi specchi possano fornire l’immagine più chiara dell’universo (come ha fatto JWST). Una volta raggiunto L2, il veicolo spaziale accenderà i suoi strumenti, allineerà il telescopio e inizierà un processo di test di due mesi per assicurarsi che possa svolgere il proprio lavoro.

READ  Dragon Walk è ciò che fa gli incubi

Dopotutto, tra circa tre mesi, Euclid potrebbe iniziare a mappare l’universo invisibile.

Guarda sotto: il mistero della materia oscura è più strano di quanto pensassimo