Le zanzare a San Marino risultano positive al virus West Nile

SAN MARINO, CA (CNS) – Due campioni di zanzare prelevati a San Marino sono risultati positivi al virus del Nilo occidentale, portando a tre il numero di campioni di zanzare positivi nella contea di Los Angeles in questa stagione, ha annunciato il controllo vettoriale della contea di Greater Los Angeles. .

Il distretto continuerà a monitorare l’attività della malattia e il controllo delle zanzare. Il WNV si verifica ogni estate e potrebbe essere presente anche in aree in cui non è stato ancora rilevato, ha affermato in una nota Steve Fitron, direttore dei servizi scientifici e tecnici dell’agenzia.

“Poiché i residenti si godono la vita all’aria aperta per tutta l’estate, è importante che prendano precauzioni contro le malattie trasmesse dalle zanzare come il WNV indossando un repellente per insetti”.

Secondo il distretto, il 1° luglio sono stati rilevati campioni sammarinesi positivi. Il precedente campione positivo è stato rivelato il 2 giugno a Bellflower.

L’agenzia ha affermato che il virus del Nilo occidentale è endemico nella provincia e che le temperature calde possono aumentare l’attività del virus e le popolazioni di zanzare.

L’anno scorso, 148 casi umani sono stati segnalati nel West Nile in California, di cui 17 nella contea di Los Angeles. Nessun caso umano è stato segnalato nello stato finora quest’anno, secondo il Dipartimento della salute pubblica della California.

Il dipartimento sanitario statale riferisce che in tutto lo stato, 138 campioni di zanzare sono risultati positivi e 14 uccelli morti sono stati trovati infettati dal virus.

Le zanzare vengono infettate dal virus del Nilo occidentale quando si nutrono di un uccello infetto. Quindi, la zanzara può trasmettere il virus all’uomo attraverso un morso.

READ  Il nuovissimo fiore cadavere è pronto a sbocciare - Uff! - Alla Biblioteca di Huntington - The Daily News

Poiché non esiste un vaccino o un trattamento umano per il virus del Nilo occidentale, l’agenzia raccomanda ai residenti di essere proattivi con un repellente per zanzare, ma avverte che non tutti funzionano bene.

I Centers for Disease Control and Prevention raccomandano prodotti contenenti principi attivi come DEET, Picaridin, IR3535 o olio di limone ed eucalipto come sicuri ed efficaci contro le zanzare che possono trasmettere malattie se usati secondo l’etichetta.

GLACVCD consiglia inoltre di eseguire questi passaggi aggiuntivi:

  • scaricare l’acqua stagnante in grondaie intasate, barili di pioggia, pneumatici scartati, secchi, annaffiatoi o qualsiasi cosa che trattiene l’acqua per più di una settimana;
  • Garantire che le piscine, i centri termali e gli stagni siano adeguatamente mantenuti;
  • Cambia l’acqua nelle ciotole per animali domestici, nelle vaschette per uccelli e in altre piccole ciotole settimanalmente
  • Requisizione di pesci zanzara dall’area di controllo del vettore locale da collocare in stagni ornamentali e
  • Segnala le piscine (verdi) trascurate nella tua zona al Distretto di controllo vettoriale.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x