L’Italia sta indagando su un impiegato dell’ospedale che è stato pagato per anni senza lavoro

ROMA – Le autorità hanno messo sotto inchiesta una mezza dozzina di dipendenti di ospedali pubblici nel sud Italia per abuso di posizione dopo aver presumibilmente consentito a un 67enne di ritirare un totale di 538.000 euro ($ 650.000) di stipendio per un periodo di 15 anni senza in qualsiasi momento. Azione.

Il principale sospettato è anche indagato per frode ed estorsione aggravata. Qualcuno ha minacciato il presidente di un ospedale nel 2005 di tenerlo sul libro paga, ha detto in un comunicato la Guardia di Finanza italiana. I presidenti successivi poi non sono riusciti ad agire oa punirlo anche dopo l’inizio di un’indagine interna.

La polizia afferma che il sospetto è stato formalmente assegnato nel 2005 al dipartimento di sicurezza antincendio dell’Ospedale Generale Puglis-Siaccio di Catanzaro e ha guadagnato uno stipendio di € 538.000 nei successivi 15 anni. Dicono di aver esaminato gli orari di lavoro, i tabulati dei telefoni cellulari e le testimonianze dei colleghi dell’ospedale per stabilire che non ha mai funzionato.

Gli imputati, insieme al principale sospettato, sono altri sei operatori ospedalieri e amministratori. Due di loro facevano parte di una commissione investigativa lanciata dall’ospedale, che, nonostante ciò che la polizia ha detto essere ampia prova, ha stabilito che il sospetto non poteva essere punito. Alla fine, è stato ufficialmente licenziato a ottobre.

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); }; requiresDependency('https://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#async=1', function(){ addthis.init(); }); var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

READ  1MDB Scandal Reporters lancia il progetto della società di produzione Brazen - Deadline

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x