L’ultima guerra in Ucraina: l’UE al lavoro su proposte per eliminare gradualmente la dipendenza del blocco dal petrolio e dal gas russi

Credit Suisse è diventata l’ultima banca a identificare i rischi russi giovedì, indicando un’esposizione creditizia totale di 1,6 miliardi di franchi svizzeri (1,7 miliardi di dollari) alla fine del 2021.

Ciò include derivati ​​e rischi di finanziamento presso la sua banca di investimento, rischi di finanziamento commerciale presso la sua banca svizzera locale e prestiti nella sua attività patrimoniale, ha affermato il prestatore. Ha aggiunto che, tenendo conto di coperture, garanzie, assicurazioni e garanzie, la sua esposizione netta al rischio è stata di 848 milioni di franchi svizzeri.

Inoltre, Credit Suisse ha affermato che le sue filiali russe hanno un patrimonio di 195 milioni di franchi svizzeri.

Senza fornire dettagli, la banca ha affermato di avere “un’esposizione creditizia complessiva minima verso individui specificamente sanzionati” nel settore della gestione patrimoniale, che storicamente è stato il prestatore preferito dai ricchi russi.

“Da un punto di vista puramente finanziario, abbiamo rivisto le nostre posizioni e riteniamo che l’esposizione della banca in relazione alla Russia sia ben gestita, con sistemi adeguati in atto per affrontare i rischi correlati”, ha affermato Thomas Gotstein, CEO di Credit Suisse.

“L’ambiente attuale significa prendere decisioni difficili e gestirle attraverso situazioni difficili, ma sempre con un chiaro senso della prospettiva e il desiderio di fare la cosa giusta.

Lunedì, un’altra banca svizzera, UBS, ha dichiarato di aver esposto circa 200 milioni di dollari in attività russe utilizzate come garanzia in Lombard Lending, che sono prestiti garantiti da un portafoglio di attività liquide come azioni, obbligazioni e altri finanziamenti garantiti.

In confronto, Raiffeisen austriaca ha riportato un’esposizione diretta alla Russia di € 22,9 miliardi ($ 24,9 miliardi), mentre le francesi Société Générale e Crédit Agricole hanno riportato un’esposizione rispettivamente di € 18,6 miliardi e € 4,9 miliardi, mentre ING ha riferito che i Paesi Bassi hanno annunciato un’esposizione di 6,7 miliardi euro.

READ  Il mid-ranger TCL 10L inizia a ricevere l'aggiornamento promesso ad Android 11

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x