L’ultimo attacco di droni a Kiev manda i residenti nei rifugi antiaerei | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

I media locali hanno riferito che l’esercito ucraino ha affermato che 10 droni sono stati abbattuti durante un attacco nella prima mattinata di venerdì.

I residenti della capitale ucraina Kiev sono stati invitati a dirigersi verso i rifugi antiaerei mentre le sirene suonavano in tutta la città venerdì mattina presto, un giorno dopo che la Russia ha effettuato il suo più grande attacco aereo dall’inizio della guerra a febbraio.

Poco dopo le 2:00 (00:00 GMT), il governo della città di Kiev ha emesso un avviso sulla sua app di messaggistica Telegram chiedendo ai residenti di recarsi nei rifugi.

Oleksiy Kuleba, governatore della regione di Kiev, ha dichiarato su Telegram che era in corso un “attacco di droni”.

Un testimone Reuters a 20 km (12 miglia) a sud di Kiev ha sentito diverse esplosioni e il suono del fuoco antiaereo.

Il quotidiano locale Kyiv Independent ha riferito che gli allarmi di raid aerei stavano scattando nelle regioni di Kiev, Cherkassy e Kirovohrad a causa di possibili attacchi di droni russi.

Il comando orientale dell’esercito ucraino ha successivamente dichiarato che i missili antiaerei avevano abbattuto 10 droni sulle regioni di Zaporizhia e Dnipropetrovsk. Nove di loro erano uno Shahid e uno un drone Marlin, secondo il rapporto.

Ondate di attacchi aerei russi hanno colpito le infrastrutture energetiche del paese, lasciando milioni di persone senza elettricità e riscaldamento a temperature spesso rigide.

READ  La richiesta del Cremlino di garanzie di sicurezza dall'Ucraina mostra che l'aggressione russa è fallita

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato, in un discorso video giovedì sera, che il comando aereo ucraino al centro, sud, est e ovest del paese ha respinto giovedì 54 missili russi e 11 droni.

Zelensky ha ammesso che la maggior parte delle regioni sta subendo interruzioni di corrente. Le aree in cui la perdita di energia era “particolarmente difficile” includevano Kiev, così come le città di Odessa e Kherson nel sud e dintorni, e l’area intorno a Leopoli vicino al confine occidentale con la Polonia.

“Ma questo non è niente in confronto a quello che sarebbe potuto accadere senza le nostre eroiche forze antiaeree e di difesa aerea”, ha detto.

Giovedì il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha definito lo sbarramento missilistico russo “una barbarie insensata” in vista del nuovo anno.

Le riprese di Reuters di giovedì hanno mostrato i soccorritori che cercano tra le macerie carbonizzate delle case a Kiev, distrutte da un’esplosione, e le scie di fumo dei missili nel cielo. I funzionari avevano precedentemente affermato che più di 120 razzi erano stati lanciati durante l’attacco di giovedì.

Il ministero della Difesa ha dichiarato in una dichiarazione che più di 18 edifici residenziali e 10 strutture infrastrutturali di base sono state distrutte nei recenti attacchi.

READ  USA 2020, Pence dice no al parlamentare chiedendo di annullare il voto

Giovedì il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha chiesto ulteriori spedizioni di armi all’Ucraina.

“Può sembrare un paradosso, ma il sostegno militare all’Ucraina è la via più veloce per la pace”, ha detto il capo della NATO in un’intervista.

Stoltenberg ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin deve essere convinto che non raggiungerà il suo obiettivo di conquistare l’Ucraina.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x