L’Unione Europea intende avviare un procedimento per violazione della legge italiana sui media

Uno striscione Vivendi nella sede dell’azienda a Parigi, Francia, 8 aprile 2015. REUTERS/Gonzalo Fuentes

Il quotidiano La Repubblica ha riferito, venerdì, che la Commissione europea avvierà una procedura di infrazione contro l’Italia a causa di una legge sui media che rischia di frenare gli interessi di VIV.PA nel paese.

La Commissione a dicembre ha sollevato interrogativi sulla validità di una legge approvata a Roma a novembre che ha consentito all’Autorità nazionale per le comunicazioni AGCOM di avviare un’indagine sugli asset italiani di Vivendi per valutare se le partecipazioni siano dannose per il pluralismo dei media.

La francese Vivendi, controllata dal miliardario Vincent Bollore, possiede una partecipazione del 29% nel più grande gruppo televisivo commerciale italiano Mediaset (MS.MI), ed è anche uno dei principali investitori in Telecom Italia (TIM) (TIM) (TLIT.MI) che era phone in precedenza deteneva il monopolio del 24%. stanno tenendo.

A maggio Mediaset e Vivendi, il suo secondo investitore, hanno posto fine ad anni di sparring legale con un accordo in base al quale il gruppo francese avrebbe ridotto significativamente la propria partecipazione nell’emittente. Leggi di più

Due fonti legali vicine a Vivendi hanno dichiarato a Reuters che l’apertura di una procedura di infrazione non avrebbe alcun impatto sul tanto atteso accordo raggiunto tra le due società.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Telecom Italia si candida per il progetto cloud italiano - CEO

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x