Notizie dall’Ucraina: le famiglie cercano i loro cari a Borodyanka

Kiev, Ucraina – I familiari attendono con ansia la notizia dei loro cari dopo che le forze russe hanno colpito diversi obiettivi civili nel villaggio di Borodinka, a nord-ovest di Kiev.

Danielle Hamajian, corrispondente per CTV National News a Londra, ha detto che molti altri edifici nella città di 12.000 abitanti sono stati bombardati.

Alcuni ora stanno aspettando di vedere se qualcuno dei residenti è sopravvissuto.

“Stanno aspettando da giorni che i lavoratori trovino i corpi dei loro cari che stavano aspettando nel seminterrato, che ora è stato trasformato in un cimitero”, ha detto.

Una coppia di anziani ha detto di aver parlato per l’ultima volta con il figlio al telefono il 1 aprile e di aver detto “salve” prima di tagliare la linea. Da allora hanno cercato di raggiungerlo.

Una donna ha detto a CTV National News di aver nascosto sua figlia in un divano nel seminterrato per paura di essere violentata dalle forze che sono arrivate in città.

Altre città e paesi in Ucraina stimano gli alti tassi di vittime a seguito della guerra, che è stata lanciata dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio.

Lo dice il sindaco della città portuale ucraina di Mariupol Più di 10.000 civili sono stati uccisi Nell’assedio russo della sua città, con il bilancio delle vittime probabilmente superiore a 20.000.

Il sindaco aveva precedentemente annunciato che erano morte 5.000 persone.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, parlando lunedì in un discorso video al parlamento della Corea del Sud, ha chiesto qualsiasi assistenza militare che il paese potrebbe fornire, poiché ha affermato che la Russia potrebbe fare la pace con la forza.

READ  Il tuo corpo deve essere compostato quando muori

Le autorità ucraine hanno anche accusato le forze russe di aver commesso atrocità, Compreso un massacro nella città di Buchafuori Kiev.

L’Ucraina indagherà su 5.600 presunti crimini di guerra commessi dai russi con l’aiuto di investigatori internazionali, alcuni dei quali sono arrivati ​​lunedì dalla Francia.

Diversi leader mondiali, tra cui Canada e Stati Uniti, hanno promesso di sostenere la Corte penale internazionale nelle sue indagini sui crimini di guerra in Ucraina.

Il 28 marzo il ministro della Pubblica Sicurezza canadese Marco Mendicino Ha annunciato che gli ufficiali della Royal Canadian Mounted Police (RCMP) saranno inviati a sostenere gli sforzi della Corte penale internazionale. Il team canadese assisterà nella raccolta e nella conservazione delle prove e nell’intervista ai testimoni.

Guarda il video completo con il corrispondente di CTV National News London Daniele Hamamjian in cima all’articolo.

jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '404047912964744', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); };

var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x