Notizie sull’Ucraina: l’adesione della Russia al Consiglio delle Nazioni Unite non è uno scherzo

Notizie sull’Ucraina: l’adesione della Russia al Consiglio delle Nazioni Unite non è uno scherzo

Nazioni Unite –

Lunedì l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite ha liquidato la descrizione degli Stati Uniti e dell’Unione Europea della sua presidenza del Consiglio di sicurezza questo mese come un pesce d’aprile e ha annunciato un incontro presieduto dal ministro degli Esteri Sergei Lavrov per difendere i principi della Carta delle Nazioni Unite, che è ampiamente ammirato da Mosca. Accusato di secessione invadendo l’Ucraina.

L’ambasciatore degli Stati Uniti Linda Thomas Greenfield ha detto lunedì ai giornalisti che gli Stati Uniti si aspettano che i russi utilizzino il loro seggio alla presidenza per “diffondere disinformazione e portare avanti la propria agenda rispetto all’Ucraina, e saremo pronti a richiamarli ogni volta che proveranno fare quello.”

Lei e il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell hanno definito l’acquisizione da parte della Russia della presidenza del consiglio un pesce d’aprile.

Lei e il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell hanno definito l’acquisizione da parte della Russia della presidenza del consiglio un pesce d’aprile.

Secondo le regole del Consiglio di sicurezza, la presidenza ruota mensilmente in ordine alfabetico tra i suoi 15 membri. L’ambasciatore russo Vasily Nebenzia ha detto ai giornalisti che non ci saranno cambiamenti nelle regole del consiglio incaricato di mantenere la pace e la sicurezza internazionale.

Ha detto che la Russia è stata un “intermediario onesto” durante le precedenti presidenze del consiglio, un ruolo che “apprezziamo e amiamo, e cerchiamo sempre di preservare”.

Il Presidente del Consiglio presiede le riunioni e decide sui temi delle sessioni principali, spesso presiedute dai ministri degli Esteri e talvolta dai presidenti. Il 24 aprile Lavrov presiederà una sessione su “Multilateralismo efficace attraverso la difesa dei principi della Carta delle Nazioni Unite”.

READ  Sparatoria in una scuola del Texas: uccisi 19 bambini e due adulti

Sono inoltre necessarie riunioni mensili, anche sul Medio Oriente, che Lavrov presiederà anche, la Siria e altri punti caldi globali, tra cui Mali, Libia, Yemen, Haiti, la regione dei Grandi Laghi in Africa e Colombia.

Nebenzia ha risposto alle previsioni dell’ambasciatore americano secondo cui la Russia avrebbe diffuso disinformazione sull’Ucraina definendola una “narrativa occidentale” e affermando che “noi crediamo esattamente il contrario”.

Ha detto che la Russia ha in programma di tenere una riunione informale del consiglio mercoledì su ciò che Mosca sostiene essere disinformazione diffusa da funzionari e media occidentali sui bambini ucraini trasferiti in Russia. Ha detto che lo scopo dell’incontro era “dissipare questa narrazione” del loro rapimento.

Il caso è finito sotto i riflettori quando il mese scorso la Corte penale internazionale ha emesso mandati di arresto per il presidente russo Vladimir Putin e il commissario del suo paese per i diritti dei bambini, accusandoli di crimini di guerra per la “deportazione illegale” di bambini ucraini in Russia. Mosca ha definito le note “oltraggiose” e “legalmente nulle”.

Un’indagine dell’Associated Press pubblicata per la prima volta in ottobre ha rilevato che gli sforzi aperti per dare in adozione i bambini ucraini in Russia erano a buon punto. I funzionari ucraini hanno affermato all’epoca che circa 8.000 bambini erano stati deportati in Russia, ma il numero esatto era difficile da stabilire.

Il vice ambasciatore britannico alle Nazioni Unite, James Kariuki, ha affermato che la Russia non è nella posizione di parlare di diritto internazionale o valori delle Nazioni Unite.

“Sta conducendo una guerra di aggressione contro l’Ucraina, violando i principi più importanti della Carta delle Nazioni Unite – non ridisegnare i confini con la forza – e il suo presidente è stato incriminato dalla Corte penale internazionale per il rapimento sistematico di bambini ucraini”. Egli ha detto.

READ  I giudici statunitensi respingono il tentativo di Trump di far cadere le accuse in due casi penali | Novità su Donald Trump

“Il Regno Unito continuerà a utilizzare il nostro seggio nel Consiglio per sfidare la loro guerra illegale, esporre la loro disinformazione e proteggere il lavoro vitale del Consiglio nell’affrontare altre minacce alla pace e alla sicurezza internazionali, anche in Africa e Medio Oriente”.

L’assunzione della presidenza del Consiglio da parte della Russia ha suscitato forti critiche anche da parte dell’Ucraina e degli Stati baltici.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha denunciato il “fallimento” del Consiglio di sicurezza e ha ribadito il suo appello alla riforma delle Nazioni Unite e di altre istituzioni globali.

L’ambasciatore dell’Estonia all’Onu, Rein Tamsar, parlando anche a nome di Lettonia e Lituania, ha definito la presidenza russa “vergognosa, umiliante e pericolosa” per la credibilità del consiglio.

Secondo le regole del Consiglio di sicurezza, qualsiasi membro direttamente collegato alla questione deve ritirarsi dalla partecipazione.A Nebenzia è stato chiesto se la Russia si ricuserebbe quando si discuterà dell’Ucraina.

Ha risposto “No”, indicando che anche Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, che avevano sostenuto l’Ucraina, avrebbero dovuto ritirarsi.

L’ambasciatore russo ha osservato che, in seguito all’invasione dell’Iraq guidata dagli Stati Uniti nel marzo 2003, il Regno Unito e gli Stati Uniti hanno assunto la presidenza del Consiglio, rispettivamente, a settembre e ottobre.

“Nessuno ha sollevato la questione della loro legittimità ad assumere la presidenza”, ha detto Nebenzia. “E nessuno al tavolo ha posto la domanda che si sono ritirati dalla discussione di un tema che era forse il più caldo e di attualità del tempo”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x