Nuova terapia mirata alla PSMA altamente attiva nell’mCRPC

Più del 90% dei pazienti con carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) che hanno ricevuto la terapia diretta dalla PSMA 225Ac-PSMA-617 ha mostrato una diminuzione del 50% o più del livello di PSA, secondo i risultati dello studio pubblicati online all’indirizzo Giornale di medicina nucleare.1,2

Tutti i pazienti sono stati ricevuti 225Ac-PSMA-617 subito dopo la terapia di deprivazione androgenica. Nel complesso, i ricercatori hanno osservato una diminuzione del PSA del 50% in 48 (91%) dei 53 pazienti. La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 22 mesi in questi pazienti rispetto a soli 4 mesi tra i pazienti con una riduzione <50% del PSA. Al momento del follow-up di 55 mesi, la sopravvivenza globale mediana non è stata raggiunta nel gruppo con riduzione del PSA del 50% rispetto a 9 mesi nel gruppo con riduzione del 50%.

Ricerche precedenti hanno dimostrato una notevole efficacia terapeutica di 225Ac-PSMA-617 in pazienti mCRPC gravemente pretrattati, come evidenziato dal lavoro preliminare di Kratochwil et al. Mike Satic, MD, PhD, professore e presidente del Dipartimento di Medicina Nucleare dell’Università di Pretoria e dello Steve Biko Academic Hospital di Pretoria, in Sud Africa, hanno affermato in un comunicato stampa. “In questo studio, abbiamo cercato di confrontare 225Ac-PSMA-617 ad altri comuni trattamenti post-ADT, come chemioterapia, enzalutamide [Xtandi]abiraterone acetato [Zytiga], o docetaxel, viene somministrato in un ambiente simile. “

L’età media dei 53 pazienti era di 63,4 anni (range, 45-83). 42 pazienti avevano un performance status ECOG di 0 o 1 e 11 pazienti avevano un performance status ECOG 2. Il livello medio di PSA al basale era di 466 mg/mL. 47 pazienti avevano metastasi ossee, 36 avevano metastasi linfonodali e 6 avevano metastasi viscerali. La precedente brachiterapia includeva prostatectomia (31 pazienti) e radioterapia (11 pazienti). 11 pazienti che non hanno avuto un precedente trattamento locale.

READ  Delicati fossili simili a funghi di 635 milioni di anni trovati in Cina potrebbero aiutare la Terra a ripristinare l'era glaciale

Tutti i pazienti sono stati ricevuti 68Imaging molecolare PET/CT Ga-PSMA al basale e prima di ogni trattamento. numero medio 225I cicli Ac-PSMA-617 ricevuti sono stati 3 (intervallo, 1-7).

Nella popolazione in studio, il 96% dei pazienti (51/53) ha avuto almeno una certa diminuzione del livello di PSA in risposta al trattamento. Inoltre, 30 pazienti hanno avuto una scansione PET negativa, il che significa che non hanno mostrato segni di malattia.

Per quanto riguarda la sicurezza, l’evento avverso più comune è stato la secchezza delle fauci di grado 1/2 nell’81% dei pazienti. Gli investigatori non hanno osservato alcun caso di setticemia grave. La nefrotossicità di grado 3/4 è stata testata solo su 3 pazienti.

“È chiaro che 225Ac-PSMA-617 è un trattamento efficace per gli uomini con mCRPC”, ha osservato Satic. “La radioterapia può essere un’opzione di trattamento praticabile, soprattutto se le opzioni di cura standard non sono disponibili o sono controindicate. dove 225Ac-PSMA-617 ha poche tossicità correlate al trattamento (in particolare secchezza delle fauci) e può anche essere utile nei paesi a reddito medio-basso dove i pazienti hanno maggiori probabilità di rifiutare la chemioterapia o l’attuale standard di cura per paura di effetti collaterali.

Riferimenti

1. Nuova radioterapia di comprovata efficacia per i pazienti con carcinoma prostatico metastatico. Pubblicato online il 9 marzo 2022. Consultato il 14 marzo 2022. https://bit.ly/3pZo5Kf.

2. Sathekge M, Bruchertseifer F, Vorster. Pazienti con mCRPC che ricevono 225 trattamento con Ac-PSMA-617 in un contesto di terapia di deprivazione degli androgeni: risposta al trattamento e analisi di sopravvivenza. [published online ahead of print February 17, 2022]. J Nucleo Med. doi: 10.2967/jnumed.121.263618.

READ  Il telescopio Hubble scruta nelle profondità della Via Lattea, catturando il campo stellare

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x