Raspadori guida il Napoli contro la Juventus ed è vicino allo scudetto

Raspadori guida il Napoli contro la Juventus ed è vicino allo scudetto

Giacomo Raspadori ha spinto il Napoli sull’orlo del suo primo titolo di Serie A in più di tre decenni domenica dopo aver vinto nei minuti di recupero in una vittoria per 1-0 sulla Juventus che è stata piena di drammi in ritardo.

Il nazionale Raspadori è stato lasciato completamente smarcato per portare a casa un cross di Elif Elmas al 93 ‘di un incontro pulsante a Torino, portando il Napoli a 17 punti di vantaggio sulla Lazio, seconda, che sabato ha perso in casa contro il Torino.

La vittoria in ritardo di Raspadori significa che il Napoli, che martedì è stato eliminato dalla Champions League dal Milan, può vincere il campionato italiano per la prima volta dal 1990 il prossimo fine settimana se batte la Salernitana e la Lazio non riesce a battere l’Inter.

“Era un gol molto importante, ma abbiamo ancora partite da vincere. Oggi ci ha dato una grande mano uscendo dalla delusione della Champions League”, ha detto Raspadori.

“Abbiamo solo una cosa in testa, fare tre punti contro la Salernitana”.

E al terzo posto resta la Juventus, salita giovedì dopo la decisione di annullare i 15 punti di penalizzazione per attività di trasferimento illegale, dopo la terza sconfitta consecutiva in campionato.

Ma sono in attesa di una nuova sentenza della Corte d’appello della Federcalcio italiana (FIGC) per vedere se gli verrà assegnata una nuova penalità di punti, una decisione che avrà un impatto enorme nella corsa della Serie A alla Champions League.

READ  Dal vivo | Sei Nazioni: Irlanda-Italia

“Abbiamo giocato bene ma abbiamo subito un gol davvero stupido”, ha detto l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri.

“È il 93esimo minuto, devi mettere i corpi in area di rigore per difendere”.

Dramma tardivo

La Juventus pensava di aver conquistato i punti per sé quando il subentrato Ángel Di Maria ha segnato un brillante gol in solitaria a otto minuti dalla fine, solo per l’arbitro Michael Fabbri lo ha escluso per un fallo su Stanislav Lobotka che la Juventus era convinta fosse un buon contrasto.

A quel punto, Victor Osimhen aveva portato il Napoli in vantaggio con una delle tre occasioni d’oro che ha perso a metà del secondo tempo.

Prima ha tagliato fuori dal palo al 70′ dopo una bella azione di Elmas e poi ha colpito di testa Wojciech Szczesny dal corner successivo con una grande occasione.

Tre minuti più tardi la testa dei tifosi ospiti era nelle loro mani tre minuti più tardi quando Osimhen riceveva un bel tiro da Giovanni Di Lorenzo ma riusciva solo a tirare al volo la palla da distanza ravvicinata sopra la traversa.

Tuttavia, dopo che Di Maria ha segnato un altro gol a causa dell’uscita fuori gioco della palla e Osimhen ha sbagliato il controllo quando ha tirato in porta, Raspadori è emerso per portare il Napoli a una possibile realizzazione del sogno di una generazione di tifosi.

Leo e Lukaku sono i miei mariti

Rafael Leao e Romelu Lukaku hanno segnato doppiette ciascuno mentre i giganti del Milan hanno registrato vittorie dirette su Lecce ed Empoli, pochi giorni dopo la qualificazione per le semifinali di Champions League.

READ  L'australiano Jakara Anthony è alla vigilia del triplo titolo dopo aver vinto il suo primo evento dall'oro di Pechino 2022

Sulla nota positiva della sua prestazione impressionante che martedì ha eliminato il Napoli dall’Europa, Leao ha segnato i suoi primi gol in casa da novembre nella vittoria per 2-0 del Milan, quinto in classifica, contro l’umile Lecce, andando in vantaggio al 40′ al San Siro del 2-0. Risalire di soppiatto il campo e tornare a casa nel secondo con 15 minuti rimanenti.

“Ci ho pensato prima della partita, che devo segnare perché è tanto che non vengo qui”, ha detto Leao, dopo aver portato il suo bottino a 12 in campionato.

La squadra di Stefano Pioli si allontana dalle posizioni di Champions League, per differenza reti, alle spalle della Roma, che lunedì sera ospita l’Atalanta.

Il Milan ha anche due punti di vantaggio sull’Inter dopo la vittoria per 3-0 in casa dell’Empoli arrivata grazie a due gol bassi nella ripresa di Lukaku, i primi gol in campionato su azione dall’inizio della stagione.

Lukaku, autore anche del gol nel finale di Lautaro Martinez, è stato poi salutato come “un passo avanti per il calcio italiano”. era razzista. maltrattamenti prima dell’espulsione.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x