Roberto Mancini è il protagonista della Nazionale italiana a Euro 2020

Da alcuni mesi i giocatori dell’Italia scandiscono lo stesso slogan: “La nostra forza è nel gruppo. Non abbiamo un solo giocatore eccezionale”.

Tuttavia, gli Azzurri hanno un allenatore eccezionale, e l’influenza di Roberto Mancini nel trasformare una squadra che non è riuscita a qualificarsi per l’ultimo Mondiale in una contendente all’Europeo è encomiabile.

“Ora giochiamo a calcio, come ci ha chiesto l’allenatore, ed è qualcosa che è cambiato molto negli ultimi anni sotto Mancini”, ha detto il veterano difensore Leonardo Bonucci dopo aver stordito l’Italia nel secondo tempo con una vittoria per 3-0 sull’Italia. . La Turchia nella partita inaugurale di Euro 2020.

La vittoria ha portato la striscia di imbattibilità degli Azzurri a 28 partite – due meno del record della squadra di Vittorio Pozzo quasi un secolo fa – ed è stata la prima volta nella storia italiana all’Europeo (39 partite giocate) che ha segnato tre gol.

“Sapevamo bene di essere una buona squadra. Siamo molto a nostro agio”, ha detto il difensore Leonardo Spinazzola, che si è distinto per le sue conquiste sulla sinistra. “L’allenatore è in grado di trasmettere quel giorno dopo giorno.

“Abbiamo tutto, buona difesa, buon centrocampo e buon attacco. E’ una grande combinazione di qualità”, ha aggiunto Spinazzola dopo la partita di venerdì. “Alcuni di noi sono molto tecnici, alcuni sono davvero forti e alcuni di noi hanno tutto. Abbiamo davvero molta varietà in questa squadra”.

Mancini mette tutto insieme in un modo che raramente gli allenatori dell’Italia hanno fatto da quando Marcello Lippi ha portato gli Azzurri al loro quarto titolo mondiale nel 2006.

READ  Progetto Eve valorizza l'acqua di irrigazione in Italia e Tunisia - Economia

È in netto contrasto con l’ex allenatore, Gian Piero Ventura, che ha perso il sostegno della sua squadra durante la sconfitta nelle qualificazioni ai Mondiali contro la Svezia quando Lorenzo Insigne, considerato il giocatore più talentuoso della squadra, è stato lasciato in panchina.

Con Mancini, più talento c’è, meglio è. Dopo essersi liberato del passato italiano “catenaccio” (la difesa di chiusura), la sua squadra vuole attaccare costantemente e “fare un’offerta”.

In 82 partite sotto Mancini, l’Italia ha segnato 33 gol con una media di 2,5 a partita.

È lo stesso spirito offensivo che Mancini ha dimostrato per la prima volta quando ha portato la Sampdoria al titolo di Serie A 30 anni fa e alla finale di Coppa dei Campioni un anno dopo come attaccante di talento.

Gli attaccanti, in particolare, sembrano prosperare sotto Mancini.

Non c’è da stupirsi che Burak Yilmaz sia uscito dal campo prima del calcio d’inizio per abbracciare Mancini, che qualche anno fa ha allenato il cuore dell’attaccante turco al Galatasaray.

O perché Ciro Immobile è finalmente riuscito a tradurre in campo internazionale il suo successo da gol in Serie A.

Immobile, che ha segnato un gol contro la Turchia e ne ha segnato un altro per Insigne, ha vinto la Scarpa d’Oro europea eguagliando il record di 36 gol in Serie A nella stagione 2019-20 con la Lazio. Ora ha cinque gol nelle ultime sei partite con la maglia dell’Italia, cancellando il ricordo di due anni senza gol tra il 2017 e il 2019.

Più gol sono attesi mercoledì nella prossima partita del Gruppo A dell’Italia contro la Svizzera. E per il prossimo futuro, visto che il contratto di Mancini è stato recentemente rinnovato per i prossimi due Mondiali.

READ  Le agenzie di credito all'esportazione degli Emirati Arabi Uniti e italiane cercano collaborazione

Mancini, che nel 2012 ha allenato il Manchester City al suo primo titolo di Premier League in quasi mezzo secolo, è rispettato quando spiega i suoi schemi di gol allo spogliatoio silenzioso.

“L’allenatore è molto calmo”, ha detto Immobile. “Devi avere buone orecchie per sentirlo.”

Tuttavia, Immobile e i suoi colleghi stanno ascoltando. L’Italia torna a crescere.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x