Presidente – EURACTIV.com afferma che l’Italia non ha mai smesso di salvare i rifugiati

L’Italia non ha mai smesso di soccorrere i rifugiati in difficoltà in mare, anche durante la pandemia, ha dichiarato domenica 20 giugno il presidente italiano Sergio Mattarella, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato.

Il dossier su migrazione e sbarco sarà al centro degli incontri del presidente del Consiglio italiano Mario Draghi dei prossimi giorni, lunedì a Berlino con la cancelliera Angela Merkel, e giovedì e venerdì al vertice del Consiglio europeo a Bruxelles.

Raggiungere un accordo sulla redistribuzione – anche volontaria – dei migranti appare al vertice quasi impossibile, come dimostrano i risultati dell’incontro del 26 maggio.

Potrebbe essere più facile raggiungere un accordo per accelerare gli accordi di partenariato e cooperazione tra l’Unione europea ei paesi di origine dei migranti. È probabile che sul tavolo la riforma dell’Agenzia europea per l’asilo (EASO), tanto più che i cinque paesi mediterranei (Italia, Spagna, Grecia, Malta e Cipro) sono favorevoli al rafforzamento dell’agenzia.

Nell’incontro con la Merkel, Draghi ribadirà che la Germania è da sempre impegnata nella redistribuzione dei migranti, e questo è in linea con la richiesta italiana di una soluzione solidale in Europa. Tuttavia, questa soluzione comporta il rifiuto dei flussi secondari, cioè dei migranti che si spostano dal primo Paese europeo in cui sono sbarcati. (Daniel Leiteg | EURACTIV.it)

READ  Malaysia e San Marino hanno ratificato Kigali, che ha spinto la certificazione a 109

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x