Un riepilogo diretto delle finali del quarto giorno

Le prove olimpiche italiane

Nell’ultimo giorno di gara delle Prove Olimpiche Italiane 2021, mancavano solo due eventi olimpici per uomini e donne. Il 1500 stile libero sarà il primo evento che vedremo mentre il 200 IM sarà l’ultimo evento. Tra questi, gli uomini si sfideranno nelle finali delle 50 mosche e delle 50 mosche mentre le donne si sfideranno nelle gare delle 50 e delle 50 mosche.

Gregorio Paltriniere Sarà lui la persona da tenere d’occhio nei 1500 maschili, avendo stabilito un nuovo record europeo e italiano a 14: 33.10 nell’estate 2020. Per quanto riguarda le donne, si affronteranno Martina Rita Caraminoli e la detentrice del record italiano Simona Quadrilla. 15: 56.06 e 15: 57.18, rispettivamente.

Vedremo anche i detentori del record italiano maschile e femminile gareggiare nei 200 misti come Alberto Razetti (NR 1: 58.09) e Ilaria Cucinato (NR 2: 10.25) Gara evento. Razzetti sarà la testa di serie numero uno in finale, avendo nuotato in 2: 02.04 nelle partite mentre Cusinato è la terza testa di serie con 2: 16.83 dietro a Sarah Francesky (2: 15.14) e Anna Peruvano (2: 15.70).

1500 FREESTYLE UOMINI – FINALI

  • Taglia l’euro – 14: 58.09
  • Chiusura dei Giochi Olimpici – 14: 45.09

Top 3

  1. Gregorio Paltriniere 14: 40.38
  2. Luca Tulio – 15: 05.31
  3. Domenico Acrenza 15: 06.39

Gregorio Paltriniere Ha ottenuto un primo vantaggio nei 1500 campionati stile libero maschile, ma era un po ‘indietro rispetto al record europeo fino in fondo. Alla fine ha toccato 14: 40.38, trascinando il suo segno del 2020 a 14: 33.10. Il nuoto per Paltrinieri è il migliore della stagione, migliorando da 14: 45.02 di dicembre 2020. Paltrinieri era già l’uomo più veloce della stagione ed è ora a ben dieci secondi dal secondo classificato. Damian Jolie Con 14: 55.94.

2 Damiano
Julie
a partire dal 14: 55.94 20/03
3 Daniel
Jervis
GBR 14: 58.05 02/13
4 Florian
Wilbrook
Ingranaggio 14: 58.64 12/20
5 David
Aubrey
a partire dal 15: 00.08 12/13

Top 26 »

Luca dal subentrare E Domenico Acrenza La sua lotta arriva in circa 25 secondi dopo Paltrinieri con 15: 05.31 e 15: 06.39 rispettivamente. Tuttavia, né il Campionato Europeo né i pezzi olimpici sono stati tagliati 14: 58.09 e 14: 45.09.

READ  Cos'è la miastenia grave, la malattia di Gattuso?

1500 FREESTYLE DONNE – FINALI

  • Taglia l’euro – 16: 15.09
  • Chiusura dei Giochi Olimpici – 16:00 09

Top 3

  1. Simona Quadrilla – 15: 57.03
  2. Martina Caraminoli – 15: 59.13
  3. Ginevra Tadocchi – 16: 21.93

Simona Quadrilla E Martina Caraminoli Sono stati i primi vincitori qui ed entrambi si erano già qualificati per un posto nella squadra olimpica italiana all’evento. Quadrella è la campionessa in carica, avendo vinto l’oro nel 2019 con un record italiano di 15: 40.89, regalando a Quadrella 15: 57.03 il quarto miglior tempo al mondo in questa stagione mentre Caramignoli la colloca in 15: 59.13 al numero cinque.

2 Wang
Jianjiahe
CHN 15: 45.59 27/09
3 Nel
Bungee
CHN 15: 52.31 01/02
4 Anastasia
Kirpishnikova
Ross 15: 53.18 12/12
5 Karina
Il mio
Al di fuori 16: 01.02 12/16

Top 26 »

La coppia vincente era molto più avanti del campo Ginevra Tadocchi È arrivato con 16: 21.93 per il mentre di bronzo Alicia Titamanzi Erano le 16: 24.00 per il quarto posto.

Sfondo di 50 Uomini – Finali

Top 3

  1. Lorenzo Mora – 25.30
  2. Simon Sabioni – 25.34
  3. Simon Stephanie – 25.25

Lorenzo Mora Il momento migliore per vincere la finale delle 50 pm maschili è stato dalla pista 8, dove ha nuotato 25.30 per tagliare il suo tempo dai 25.45 che hanno nuotato di nuovo a dicembre 2019. Mora ha appena messo la mano sul muro per primo. Simon Sabioni E Simon Stephanie Il nuoto è arrivato secondo e terzo con 25.34 e 25.35.

Attuale detentore del record italiano Niccolò Bonacci È andato in finale come testa di serie numero due ma è rimasto fuori dal podio dove è arrivato di 25,39 secondi, 0,04 secondi più lento di Stephanie, la medaglia di bronzo. Il record attuale per Bonacci in questo evento è 24,65, in calo nel 2014.

Nessuno degli uomini in campo è stato abbastanza veloce da aggiudicarsi la vendita di € 24,99.

The Fifty Ladies ‘Chest Line – Finali

Top 3

  1. Benedetta Pilato – 29.91
  2. Martina Carraro – 30.65
  3. Ariana Castiglioni
READ  Ricordi le parole di Agnelli?

Benedetta Pilato Aveva appena superato il suo record mondiale junior, europeo e italiano a 50 seni con 29,91, che in realtà è più lento di quanto nuotasse in testa quando ha raggiunto 20,62 per colpire un centesimo di secondo di PB. Martina Carraro Era anche timida del suo miglior tempo all’evento, dopo aver nuotato 30.23 ai Campionati del mondo 2019. Ariana Castiglioni Ha un PB quasi identico in azione con 30.30 da dietro nel 2018 e segue il nuoto qui a 30.77.

Sebbene Breast 50 non sia un evento olimpico, l’evento verrà mostrato ai prossimi Campionati Europei e tutte e tre le donne nella finale di stasera sono state soggette al taglio di qualificazione di 30,99.

50 farfalla maschile – Finali

Top 3

  1. Piero Cudia – 23.47
  2. Thomas Ciccone – 23.53
  3. Lorenzo Gargani – 23.63

I vincitori del podio nella finale di 50 mosche maschili sono stati separati da appena 0,16 secondi Piero Cudia È riuscito a ottenere il criterio di qualificazione 23.49 per il campionato europeo che si terrà il mese prossimo a Budapest. Codia è stato leggermente più lento del suo record italiano per il 2013 in un evento che lo tiene a 23.21.

Thomas Ciccone E Lorenzo Gargani Ha lottato per l’argento e si è assicurato il muro per primo con 23.53, seguito da Garjani con 23.63. Entrambi hanno fatto registrare i migliori tempi ciascuno con Ceccon 23.22 e Gargani 23.64.

Altri 3 nuotatori guadagnati sotto i 24 anni come Matteo Revolt Moltiplica 23,85 per il quarto, Luca Todesco A 23.91 per la quinta e Santo Condorelli A 23.96 per vi.

50 farfalla femminile – Finali

  1. Silvia Di Pietro – 26.38
  2. Costanza Coconcelli – 26.59
  3. Elena De Lido – 26.62

Detentore del record italiano Silvia Di Pietro Il miglior tempo nella finale delle 50 farfalle femminili, a 26.38, ha nuotato a meno di un secondo dal suo record nazionale del 2014 di 25.78. Di Pietro è stato leggermente sopra lo sconto agli Europei, così come i vincitori delle medaglie d’argento e di bronzo Costanza Coconcelli (26.59) e Elena De Lido (26.62).

READ  Il capo del Pd si dimette tra le divisioni

Anche Ilaria Bianchi e Giulia D’Innocenzo sono riuscite a scendere sotto il 27 qui, arrivando rispettivamente al quarto e quinto posto con 26.77 e 26.79.

200 misti maschili – finali

  • Taglia l’euro – 1: 59,49
  • Taglio dei Giochi Olimpici – 1: 56,99

Top 3

  1. Alberto Razzetti 1: 57.13
  2. Lorenzo Gliese – 2: 00.81
  3. Matteo Belizari – 2: 01.38

Alberto Razzetti È salito alla vittoria nella finale maschile del 200 d.C., vincendo l’evento con 1: 57.13 e abbassando il suo record italiano da 1: 58.09. Il record precedente per un razzetti è stato stabilito durante l’evento la scorsa estate quando ha preso il NR di Alessio di Alessio Boggiato che era rimasto intatto per più di 10 anni, essendo stato stabilito ai Mondiali nel 2009 (1: 58.33).

Il miglior tempo di Razzetti è stato abbastanza veloce da qualificarsi per l’Europeo 2021 il mese prossimo poiché era inferiore a 1: 59.49 ma era ancora leggermente più lento del taglio olimpico a 1: 56.99.

Razzetti è stato l’unico nuotatore in finale a scendere sotto i due minuti Lorenzo Glacey 2: 00.81 per l’argento e nuotato Matteo Belizari Erano 2: 01.38 per il bronzo.

200 donne misti – finali

  • Euro Cut-2: 12,89
  • Chiusura dei Giochi Olimpici – 2: 09.19

Top 3

  1. Sarah Francesky – 2: 11.57
  2. Ilaria Cucinato 2: 11,75
  3. Anna Peruvano 2: 13.79

Detentore del record italiano Ilaria Cucinato Il muro non può essere raggiunto abbastanza velocemente per il contatto Sarah Franchchi Che ha vinto la gara dei 200 misti femminili con 2: 11.57 contro Cusinato 2: 11.75. NR è attualmente a Cusinato in 2: 10.25 da dietro nel 2018 mentre il 2: 11.57 di Franceschi rappresenta un nuovo record di PB, migliorando al suo miglior tempo e il punteggio dell’Italia Junior 2017 a 2: 11.98.

Entrambi erano sotto il criterio di qualificazione al Campionato Europeo, ma sono rimasti indietro rispetto ai pezzi olimpici che erano 2: 09.19.

Anna Peruvano È arrivato pochi secondi dopo con 2: 13.79 a rivendicare la medaglia di bronzo.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x