La produzione industriale irlandese sta sovraperformando significativamente il resto della zona euro

I dati di Eurostat hanno mostrato che la produzione industriale nella repubblica ha guidato la zona euro a novembre, con un aumento del 52,8%. La produzione nell’Eurozona è stata notevolmente superiore alle attese durante il mese, grazie a una forte ripresa della produzione di beni intermedi e di investimento.

L’ufficio statistico dell’Unione Europea Eurostat ha detto che la produzione industriale nei 19 paesi che condividono l’euro è aumentata del 2,5% a novembre rispetto a ottobre, un calo dello 0,6% su base annua.

Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano un modesto aumento mensile dello 0,2% e un calo annuo del 3,3%.

L’Irlanda è stata l’eccezione più ovvia, registrando un aumento del 52,8% della produzione industriale nel mese. La produzione è aumentata anche in Germania, ma è diminuita in Francia, Italia, Spagna e Paesi Bassi.

Beni strumentali

Il risultato migliore del previsto è stato principalmente attribuito a un aumento mensile del 7% nella produzione di beni capitali e a un aumento mensile dell’1,5% nei beni intermedi, che ha contribuito a compensare il calo della produzione di energia e dei beni di consumo durevoli e non durevoli.

Inoltre, anno su anno, la produzione di beni capitali è aumentata dello 0,1% a novembre, dopo essere diminuita dell’8% su base annua in ottobre. La produzione di beni intermedi è aumentata dell’1,1%, dopo essere diminuita dello 0,9% in ottobre.

I beni intermedi e d’investimento forniscono spesso indicazioni precoci sull’andamento degli investimenti. Reuters

READ  Le trasmissioni del digitale terrestre, come i televisori, cambiano frequenza il 1 ° gennaio

Melania Cocci

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x