Dalle maglie alle strade: l’OPA Atlantia di Benetton

MILANO (Reuters) – Benetton Holdings Edizione e il fondo di investimento statunitense Blackstone (BX.N) si preparano a lanciare un’offerta pubblica di acquisto sul gruppo infrastrutturale italiano Atlantia (ATL.MI) in quella che sarà una delle più grandi operazioni al mondo. quest’anno. Leggi di più

La vendita dei lavori autostradali di Atlantia e un potenziale cambio di proprietà potrebbero aiutare a tracciare una linea di demarcazione sotto anni di controversie politiche e danni reputazionali dopo il fatale crollo nel 2018 di un ponte autostradale che correva.

La famiglia Benetton ha iniziato a costruire la propria fortuna negli anni ’60 con un piccolo maglificio italiano e ora ha partecipazioni in attività che coprono infrastrutture e negozi.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Di seguito una cronologia dell’impero degli affari di Benetton.

– 1955 – Luciano, il maggiore dei quattro fratelli Benetton, inizia a vendere i coloratissimi maglioni che sua sorella Giuliana realizza nella sua casa di Treviso, nel nord-est dell’Italia.

1965 Luciano, Giuliana ei loro fratelli minori Gilberto e Carlo fondano l’omonimo gruppo di abbigliamento con il primo stabilimento nel piccolo comune di Ponzano Veneto.

* 1978 – La forte espansione all’estero porta le esportazioni al 60% della produzione.

* 1981 – Viene costituita la holding Edizione. È controllata dai quattro fondatori e dalle loro famiglie, attraverso altre quattro holding.

* 1982 – Benetton Group assume il fotografo Oliviero Toscani, le cui campagne pubblicitarie distintive hanno portato l’attenzione internazionale al marchio United Colors of Benetton.

* 1986 – Il gruppo di abbigliamento Benetton viene quotato alla Borsa di Milano.

* 1995 – Edizione acquista una partecipazione nella società di ristorazione italiana Autogrill in una delle prime privatizzazioni italiane, mentre il gruppo inizia a diversificare il proprio business.

READ  Il presidente del Consiglio italiano chiede la "normalizzazione" dell'economia libica dopo le elezioni di dicembre

* 2000 – La società autostradale statale Autostrade per l’Italia viene privatizzata ed Edizione e altri investitori acquistano una quota del 30%.

* 2003 – Edizione presenta un’offerta pubblica di acquisto sulle azioni di Autostrade, portando la propria partecipazione a circa l’84% della società, che poi cambia nome in Atlantia.

* 2005 – Edizione si espande nel business aeroportuale, che anni dopo si fonderà con Atlantia.

* 2012 – Edizione rimuove dal listino la collezione Benetton per rilanciare il business dell’abbigliamento.

* 2018 (marzo) – Atlantia acquisisce il 15,5% del gestore di tunnel sotto la Manica Getlink.

* 2018 (luglio) – Edizione acquista una partecipazione nel gruppo spagnolo di telecomunicazioni Cellnex.

* 2018 (luglio) – Muore Carlo Benetton, il più giovane di quattro fratelli.

* 2018 (agosto) – Un ponte in Italia gestito da una filiale di Atlantia è crollato, provocando la morte di 43 persone. Il disastro ha innescato un contenzioso con il governo italiano che minacciava di annullare le concessioni detenute da Autostrade per l’Italia di Atlantia per la gestione delle autostrade.

* 2018 (ottobre) – Gilberto Benetton, artefice della diversificazione dell’impero di famiglia, muore all’età di 77 anni.

* 2018 (ottobre) – Atlantia ha completato l’acquisizione della società autostradale spagnola Abertis.

* 2021 (giugno) – Il consiglio di amministrazione di Atlantia accetta un’offerta da parte dell’istituto di credito statale italiano CDP e dei suoi partner Blackstone e Macquarie per la sua partecipazione dell’88% nell’unità autostradale di Autostrade, in un accordo del valore di quasi 9 miliardi di euro.

* 2022 (gennaio) – Il figlio di Luciano, Alessandro Benetton, diventa presidente di Edizione, rafforzando la presa della famiglia sugli investimenti.

READ  L'Italia riprende le autostrade dopo che gli investitori di Atlantia hanno accettato di vendere

* 2022 (gennaio) – Atlantia si impegna ad acquistare la divisione Unix Traffic di Siemens per 950 milioni di euro (1,1 miliardi di dollari).

* 2022 (aprile) – La famiglia Benetton ha dichiarato a Global Infrastructure Partners (GIP) e Brookfield di non essere interessata all’approccio di acquisizione del fondo Atlantia, aggiungendo di essere in trattative con Blackstone sul futuro del gruppo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reportage di Elvira Paulina; Montaggio di Eileen Hardcastle

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x