Gli scienziati hanno scoperto la quantità ideale di sonno nelle persone di mezza età e negli anziani

La durata del sonno, i problemi mentali e la demenza sono associati agli anziani. Tuttavia, i meccanismi genetici sottostanti e i cambiamenti strutturali nel cervello sono sconosciuti. Si pensa che questi disturbi del sonno possano contribuire al declino cognitivo e ai disturbi mentali negli anziani.

Un nuovo studio degli scienziati di università di Cambridge La Fudan University ha identificato un’associazione non lineare tra sonno e fattori genetici e cognitivi, struttura del cervello e salute mentale come misure critiche. Gli scienziati hanno esaminato i dati di quasi 500.000 adulti di età compresa tra 38 e 73 anni provenienti da Biobank nel Regno Unito.

Tutti i partecipanti sono stati interrogati abitudini del sonnoLa salute mentale e il benessere hanno partecipato a test cognitivi. L’imaging cerebrale e i dati genetici erano disponibili per quasi 40.000 partecipanti allo studio.

L’analisi ha mostrato che una durata del sonno insufficiente ed eccessiva era associata a prestazioni cognitive ridotte. Ha anche rivelato che sette ore di dormendo È ottimale per le persone di mezza età e anziani.

Sette ore di sonno anche Buono per una buona salute mentalePoiché le persone manifestano più sintomi, preoccupazione E depressione. È stato riscontrato che dormire per periodi più o meno lunghi ha effetti peggiori sul benessere generale.

Gli scienziati notano, Una possibile ragione per l’associazione tra sonno insufficiente e declino cognitivo potrebbe essere il disturbo del sonno profondo del sonno a onde lente. È stato dimostrato che l’interruzione di questo tipo di sonno è strettamente collegata al consolidamento della memoria e all’accumulo di amiloide, una proteina chiave che, se piegata erroneamente, può causare “grovigli” nelle proprietà cerebrali di alcune forme di sonno. malattia mentale. Inoltre, la mancanza di sonno può ostacolare la capacità del cervello di liberarsi dalle tossine”.

READ  La gigantesca luna rosa si prepara ad abbagliare il cielo di Vancouver il prossimo aprile

Gli scienziati hanno anche scoperto una relazione tra la durata del sonno e le differenze nella struttura delle regioni cerebrali coinvolte elaborazione cognitiva e memoria, con cambiamenti più grandi associati a dormire più a lungo o dormi meno.

Il professor Jianfeng Feng della Fudan University in Cina ha dichiarato: “Anche se non possiamo dire con certezza che la mancanza di sonno o il sonno eccessivo sia causato da Problemi cognitiviTuttavia, la nostra analisi che esamina gli individui per un periodo di tempo più lungo supporta questa idea. Ma i motivi per cui gli anziani soffrono di scarso sonno sembrano essere complessi, influenzati da una combinazione di corredo genetico e La struttura del nostro cervello. “

Gli scienziati notano, I risultati suggeriscono che una durata del sonno insufficiente o eccessiva può essere un fattore di rischio per il declino cognitivo in età avanzata. Ciò è supportato da studi precedenti che riportano un legame tra la durata del sonno e il rischio di sviluppo Il morbo di Alzheimer e demenza, in cui il declino cognitivo è un sintomo caratteristico”.

Uno degli autori dello studio, la professoressa Barbara Sahakian del Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Cambridge, ha dichiarato: “Dormire bene la notte è importante per tutta la vita, ma soprattutto con l’età. Trovare modi per migliorare il sonno per gli anziani può essere fondamentale per aiutarli a mantenere una buona salute mentale e benessere ed evitare il declino cognitivo, non specialmente per i pazienti con disturbi mentali e demenza.”

Riferimento del giornale:

  1. Lee, Wai, Sahakian, Bj, et al. Struttura del cervello e meccanismi genetici alla base dell’associazione non lineare tra durata del sonno, cognizione e salute mentale. Nature’s Ageing 28 aprile 2022, DOI: 10.1038 / s43587-022-00210-2
READ  Un ceppo altamente patogeno dell'influenza aviaria è stato rilevato nel pollame in Alberta, Ontario

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x