― Advertisement ―

spot_img

QCon London: Netflix risparmia tempo e denaro con le notifiche basate sul server

Al QCon London 2024, Christopher Low ha spiegato come Netflix utilizza interfacce utente guidate da server per notifiche avanzateCiò fa risparmiare tempo agli sviluppatori...
HomeTechIl ciclista del sale completa un'estenuante gara di 4.400 km entro l'obiettivo...

Il ciclista del sale completa un’estenuante gara di 4.400 km entro l’obiettivo di 20 giorni

“Sono stato sicuramente chiamato pazzo alcune volte”, afferma Joel Wenham, manager del negozio di biciclette Velorution, che ha percorso in media 220 km al giorno per 20 giorni consecutivi.

Venti giorni, 22 ore e 36 minuti.

Questo è tutto ciò che è servito al ciclista trentenne di Salt Lake City Joel Wenham per completare il Tour Divide di quasi 4.400 chilometri, ampiamente considerato come il test più duro per gli appassionati di ciclismo nordamericani.

“Sono stato chiamato pazzo così tante volte”, ha riso Wenham.

Il gestore del negozio di biciclette Velorution ha iniziato l’avventura della sua vita a Banff, in Alberta, il 9 giugno, prima di tagliare il traguardo al confine tra Stati Uniti e Messico ad Antelope Wells, nel New Mexico, nelle prime ore del 30 giugno.

Stabilire un obiettivo ambizioso fin dall’inizio per completare la gara in 20 giorni significa che Wenham dovrà percorrere una media di 220 km ogni giorno.

Ha compiuto questa incredibile impresa meno di 90 minuti prima di essere interrotto.

“L’ho sicuramente spinto verso la fine lì”, dice. “L’ultimo giorno, mi sono alzato verso le 3 del mattino per iniziare a pedalare. Ho fatto i conti, ho finito per dormire circa 45 minuti, poi ho spinto la bici fino alle 6 del mattino successivo. Sono stato davvero felice di finirlo. Ci sono un sacco di persone che hanno lasciato la gara, quindi finirla era il mio grande obiettivo.

“Avevo l’idea che fosse possibile, ma realizzarlo era un’altra cosa. Sono rimasto molto sorpreso e molto sollevato di essere all’interno di questo obiettivo. “

READ  Instagram sta testando funzionalità copiate dalla sua app per la condivisione di foto da competizione per principianti, BeReal- Technology News, Firstpost

Dei 185 ciclisti del Tour Divide, Wenham si è classificato al 40 ° posto assoluto ed è stato uno dei nove ciclisti a gareggiare con una bici a velocità singola.

“Corro tutte le mie bici a una velocità, sono uno di quei tipi strani che lo fanno”, ha riso. “Ma devo solo pensare a una cosa e cioè una minore manutenzione in generale. Molti ragazzi a velocità singola sembrano essere molto veloci”.

Pedalando attraverso due province canadesi e cinque stati degli Stati Uniti in tutti i tipi di condizioni meteorologiche, Wenham stima che il 90 percento delle corse sia stato fuoristrada, mentre il restante 10 percento era su asfalto.

“Variava ovunque, dalle strade di campagna dove c’era ghiaia, ai single track come quello che abbiamo a Hiawatha, ai sentieri di montagna dove c’erano grossi massi su cui non potevi andare in bici e dovevi camminare a lungo con la bici distanze”, spiega.

“Ogni stato aveva qualcosa di completamente diverso che era duro, ma era anche fantastico. Il Colorado aveva tutte queste vette giganti e l’elevazione era davvero alta. Poi sono arrivato nel New Mexico, ed è stato davvero difficile perché faceva caldo, e le strade erano molto più accidentate del Colorado.” Ad esempio “.

Durante il suo viaggio di 20 giorni, Wenham afferma che alcuni dei suoi momenti più memorabili non sono venuti dalla gara in sé, ma dall’ospitalità che gli è stata mostrata dagli estranei che ha incontrato lungo la strada.

“Una delle cose che mi stupisce è quanto siano brave le persone intorno a noi”, dice. “Le persone con cui interagisco, che siano i corridori o le persone nelle città, sono solo bravi esseri umani”.

READ  Lo specialista della consegna di droni alza il coperchio del suo aereo unico

“Nel Wyoming, stavo bevendo una birra e un hamburger in un bar e ho parlato con una coppia di quello che stavo facendo, e alla fine mi hanno offerto la cena. Ci sono solo brave persone lì, quindi è stata una grande esperienza in quel modo .”

Dopo aver partecipato a numerose gare di un giorno di 100 miglia come Crank the Shield in passato, Wenham afferma di sentirsi fiducioso nelle sue capacità fisiche per avere successo nel Tour Divide.

Ma ammette che il lato mentale della razza a volte è stato stressante.

“La parte mentale è stata sicuramente la parte più difficile”, dice Wenham. “Non ero un ragazzo mattiniero, quindi ogni volta che mi alzavo ero molto lento e letargico, ma dopo tre ore mi sentivo molto meglio e stavo volando. I movimenti erano un po’ su e giù ogni giorno. “

Nonostante alcuni problemi meccanici lungo la strada, Wenham ha tagliato il traguardo in New Mexico venerdì scorso condividendo un caloroso abbraccio con la sua fidanzata Katie, così come i suoi genitori e futuri suoceri.

“L’ultimo giorno è stato molto emozionante”, dice. “Non sapevo che i miei genitori fossero volati, mi hanno sorpreso. È stato un momento davvero fantastico”.

Wenham afferma che il supporto della sua famiglia, dei suoi amici e dell’equipaggio Velorution durante la gara lo ha aiutato a rimanere motivato e alla fine ha reso 20 giorni di gare non solo tollerabili, ma divertenti.

“È stato incredibile quante persone si sono congratulate con me e mi hanno dato messaggi di speranza”, dice. “Sono stato molto fortunato con il supporto che ho avuto.”

READ  Le varianti LTE di Galaxy S20 FE iniziano a ricevere l'aggiornamento One UI 4.1

“Dico ai miei amici che da quando ho compiuto 30 anni quest’anno, ho voluto avere una ‘crisi di un quarto di vita’, come se dovessi fare qualcosa di interessante”, ha detto con una risata. “Guardando indietro, tutto era davvero sfocato. Non contavo i giorni o non seguivo i miei chilometri così da vicino come fanno gli altri. Andavo semplicemente avanti con quello che sembrava giorno per giorno”.

Sebbene un appassionato ciclista non abbia mai fatto nulla di così estremo prima, Wenham dice che sta già considerando di gareggiare di nuovo nel Tour Divide in futuro.

“Forse non l’anno prossimo, potrei aver bisogno di due anni di pausa”, ha riso. “Ma ora ho tempo per superarlo.”