― Advertisement ―

spot_img
HomeentertainmentIl regista indigeno conclude la produzione del documentario "Forbidden Music"

Il regista indigeno conclude la produzione del documentario “Forbidden Music”

Quando Barbara Todd Hager venne a sapere che una società di produzione italiana stava cercando un regista indigeno per un documentario su un etnomusicologo di origine austriaca che si unì ai cantanti delle Prime Nazioni in Canada negli anni ’50 per salvare centinaia di canzoni tradizionali dalla scomparsa per sempre, lo capì. Era un film che voleva scrivere e dirigere.

Hager ha ora completato 16 giorni di produzione in Austria, Canada e Stati Uniti per il documentario Forbidden Music, con la post-produzione che inizierà questa settimana. Il documentario è stato concesso in licenza a Knowledge Network e ha anche ricevuto finanziamenti dal Rogers Documentary Fund, dall’Office of Indigenous Screen, dal Canadian Media Fund, CAFCO e Film Incentive BC. La società italiana Incipit Film SRL ha concesso in licenza l’idea del documentario alla società di produzione di Hager, Acimow Media, nel 2022.

Hager, il direttore della fotografia Cliff Hokanson e il team di produzione di Acimow si sono recati a Vienna (Austria), Yaalis (Alert Bay), Taxaxis (Fort Rupert), Victoria, Vancouver e Washington, D.C. per scoprire la straordinaria storia del regista di origine austriaca. Ebreo. L’etnomusicologa Dr. Ida Halpern e l’artista e cantante Kwakwaka’wakw Chief Mungo Martin.

Nel 1952, Halpern e Martin registrarono 123 canzoni nella sua casa di Vancouver. Condividevano l’impegno a salvare le canzoni tradizionali indigene che erano state messe in pericolo dal Canadian Indian Act, che proibiva alle persone delle Prime Nazioni di riunirsi, cantare e ballare durante i potluck. Molte canzoni registrate da Chief Martin con il Dr. Halpern appaiono su LP pubblicati dalla Folkways Records con sede a New York negli anni ’60 e ’70. Oggi, le registrazioni sono distribuite attraverso la Folkways Records della Smithsonian Institution e i nastri originali da bobina a bobina sono conservati presso gli archivi della British Columbia a Victoria, British Columbia.

“The Knowledge Network è orgoglioso di essere l’emittente principale del nuovo entusiasmante documentario di Barbara Todd Hager, Forbidden Music, e di supportare il team di Acimow Media che ha creato un importante progetto creativo per tutti gli indigeni”, afferma Michelle Van Bussekom, Presidente e CEO della Rete della Conoscenza. team e stiamo lavorando a stretto contatto con i membri della comunità Kwakwaka’wakw su protocolli e coinvolgimento.

“È un onore avere l’opportunità di produrre un documentario sulla relazione tra la dottoressa Ida Halpern e il capo Mungo Martin”, afferma Hager. “Nonostante provenissero da culture diverse – gli indigeni in Canada e gli ebrei in Austria – furono soggetti alla cancellazione culturale e al genocidio per mano dei governi del loro tempo. Tuttavia, contro ogni previsione, queste due persone straordinarie sopravvissero alla persecuzione del loro governo e si sono riuniti a Vancouver per collaborare.” Nel preservare canzoni che fanno parte della cultura Kwakwakwakw da innumerevoli generazioni.

Nel corso di diversi anni, Halpern registrò circa 350 canzoni con i cantanti Kwakwaka’wakw, Chief Mungo Martin, Chief Billy Aso e Stanley Hunt, i cantanti Nuu-chah-nulth George Klutsie, Peter Webster, Fred Lewis, Ella Thompson e i cantanti Haida. Florence Davidson, tra gli altri. Oggi, i discendenti di questi cantanti si rivolgono alle registrazioni per insegnare la loro lingua e mantenere vive le canzoni durante le feste e le riunioni di famiglia.

Hajar dice: “Il dott. Halpern e Chief Martin hanno unito le forze in un momento estremamente difficile per la loro gente. L’Indian Act e l’Olocausto hanno causato indicibili sofferenze e perdite alle loro famiglie. Tuttavia, il loro impegno nella protezione di questi tesori culturali riafferma il potere della musica tradizionale e celebra la straordinaria rinascita della lingua e del canto nelle comunità indigene nel 21° secolo.

READ  Caetani Vernon Culture in mostra - Vernon Morning Star

Acimow Media ringrazia il capo ereditario David Knox, pronipote del capo Mungo Martin, per il suo sostegno a questo documentario.