― Advertisement ―

spot_img
HomeEconomyLa Banca centrale europea solleva le sue obiezioni alla tassa a sorpresa...

La Banca centrale europea solleva le sue obiezioni alla tassa a sorpresa dell’Italia sulle banche – la stampa

L’edificio della Banca centrale europea (BCE) è visto nella nebbia prima della conferenza stampa mensile che segue la riunione di politica monetaria della Banca centrale europea a Francoforte, in Germania, il 15 dicembre 2022. REUTERS/Wolfgang Rattai Acquisizione diritti di licenza

ROMA (Reuters) – La Banca centrale europea si appresta a inviare una lettera all’Italia sollevando obiezioni alla tassa a sorpresa del governo sugli utili delle banche. Lo ha scritto venerdì il quotidiano Corriere della Sera.

La lettera critica il fatto che Roma abbia annunciato la tassa la scorsa settimana senza informare in anticipo la Banca d’Italia o la Banca centrale europea come dovrebbero fare secondo le regole dell’UE, scrive il giornale, senza citare le fonti.

Un portavoce della BCE ha detto venerdì a Reuters che il presidente della banca Christine Lagarde ha ricevuto una richiesta formale di consultazione sul provvedimento dal ministro dell’Economia italiano Giancarlo Giorgetti e la BCE pubblicherà il suo parere “al momento opportuno”.

Secondo l’articolo del Corriere della Sera, la Bce ritiene che i rischi fiscali stiano indebolendo le banche italiane e la sua economia in generale, e teme che aumenteranno nella lettera che verrà inviata al massimo tra “due settimane”.

Recenti pareri della Banca centrale europea su tasse simili sulle banche in Lituania e Spagna avvertono che potrebbero minare la resilienza degli istituti di credito agli shock economici e ridurre la loro capacità di concedere credito.

(Segnalazione di Stefano Bernabei e Frank Seibelt a Francoforte), Sceneggiatura di Federica Urso, Montaggio di Gavin Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Acquisizione diritti di licenzaapre una nuova scheda