La tecnologia Ruag migliora il telescopio spaziale Webb

Il tanto atteso James Webb Space Telescope (JWST) è il telescopio spaziale più grande e potente mai costruito e il lancio è previsto per il 22 dicembre. Il satellite è stato sviluppato negli ultimi 25 anni sotto la guida della NASA in collaborazione con agenzie spaziali europee e canadesi.

Più di 300 università, organizzazioni e aziende di 29 Stati degli Stati Uniti e 14 paesi utilizzano il telescopio, tra cui RUAG Space in Svizzera.

“Come qualsiasi altra missione, Webb dimostra ciò che può fare la comunità spaziale internazionale. La tecnologia rivoluzionaria studierà ogni fase della storia cosmica, dal nostro sistema solare alle più lontane galassie osservabili nell’universo primordiale. Cento volte più potente del suo predecessore , Hubble, cambierà JWST è il modo in cui vediamo il nostro universo. Siamo orgogliosi di far parte di questo sforzo collaborativo globale che ci aiuterà a capire noi stessi, il nostro sistema solare e la storia del nostro universo meglio che mai”, Andre Wall, CEO di Ruag International.

“Oltre a visualizzare il carico utile, il computer e il sistema di separazione del lanciatore Ariane 5, siamo stati onorati di fornire l’antenna per la trasmissione dei dati alla Terra, le apparecchiature di terra e tre meccanismi per due dei quattro strumenti scientifici del telescopio”, ha affermato.

Il sistema di antenne di comunicazione che trasmetterà i dati raccolti dal telescopio alla Terra è stato sviluppato e prodotto da Ruag Space a Göteborg, in Svezia. Il sistema è costituito da due antenne, una delle quali è un riflettore di 0,6 metri in composito di fibra di carbonio che fornisce peso ridotto e alta precisione a temperature estreme. La seconda antenna è un’antenna a tazza piccola che fornisce una funzione ridondante in un’altra banda di frequenza.

READ  Il cielo non è il limite

“Tutti gli incredibili dati scientifici del telescopio passeranno attraverso le nostre antenne. Immagina, ad esempio, se questo risulta essere il pezzo mancante del puzzle per aiutarci a comprendere meglio la materia oscura”, ha affermato Anders Linder, capo del Global business unit satellitare a Ruag Space. .

RUAG Space è stato anche responsabile di tre meccanismi critici di due dei quattro strumenti scientifici del telescopio. Due meccanismi “super-occhio” ad alta risoluzione per un telescopio chiamato NIRSpec sono stati sviluppati, costruiti e testati da Ruag Space a Vienna, in Austria.

Ciò include strutture di supporto meccanico e cuscinetti a sfera speciali per i due sistemi di filtri denominati gruppo ruota portafiltri dell’utensile. Il “super-occhio” da 200 kg – uno dei due contributori europei alla missione – è in grado di rilevare deboli raggi infrarossi provenienti da galassie più distanti. Progettato per monitorare 100 oggetti contemporaneamente, NIRSpec sarà il primo spettrometro nello spazio con questa straordinaria capacità multioggetto.

Il secondo strumento europeo si chiama “MIRI” (Middle Infrared Range Instrument) e supporterà tutti e quattro gli argomenti scientifici nel JWST. Il cappuccio per il controllo dell’inquinamento dello strumento è stato sviluppato da Ruag Space a Zurigo, in Svizzera, e consegnato nel 2008. Proteggerà il MIRI dalla contaminazione esterna durante la fase di inattività dei test e dopo il lancio. Inoltre, questo meccanismo di raffreddamento funge da otturatore ottico per lo strumento per consentire la calibrazione a bordo e per proteggere i rilevatori da oggetti luminosi. MIRI aiuterà a vedere le prime generazioni di galassie nate dopo il Big Bang.

Durante l’assemblaggio e prima che il JWST fosse finalmente lanciato a bordo di un razzo Ariane 5, uno strumento rotante e inclinabile sviluppato e prodotto da Ruag Space a Vienna consente agli ingegneri di lavorare sul telescopio da tutti i lati. A seconda delle esigenze, il carrello sposta il telescopio in posizione verticale o orizzontale.

READ  Qual è l'origine dell'ossigeno terrestre?

La parte superiore del razzo Ariane 5 è costituita da un payload aerodinamico Ruag Space. Protegge JWST durante il decollo e il suo volo attraverso l’atmosfera. La struttura alta 17 metri è stata prodotta nel sito dell’azienda a Emmen, in Svizzera. La visiera parasole Webb – delle dimensioni di un campo da tennis – è appositamente progettata per piegarsi e adattarsi a una carenatura di 5,4 metri di diametro.

“La nostra offerta è stata realizzata su misura per questo prezioso carico utile”, ha affermato Holger Wincher, a capo della business unit Launchers di Ruag Space. “Il nuovo hardware garantisce che le porte di ventilazione intorno alla base della carenatura rimangano completamente aperte. Ciò ridurrà lo shock di depressurizzazione quando il l’aerodinamica viene rimossa dal veicolo di lancio.” .

Sulla strada per lo spazio, il veicolo di lancio è controllato dal computer di bordo Ruag Space. Una volta che il carico utile raggiunge una certa altezza, le due metà della larghezza del carico utile vengono separate ed eliminate dal veicolo di lancio. Il sistema di separazione corrispondente è stato prodotto da RUAG Space a Linköping, in Svezia. In una fase successiva, questo sistema di separazione (adattatore del carico utile) consente di separare il JWST dal veicolo di lancio.

A differenza del suo predecessore Hubble, che osserva l’universo da un’altezza di poche centinaia di chilometri sopra la Terra, JWST orbiterà a un punto a 1,5 metri dalla Terra. Ciò manterrà il veicolo spaziale nella stessa posizione rispetto al Sole e alla Terra per mantenere la temperatura del telescopio molto bassa dietro il suo grande scudo solare. Ciò è necessario affinché gli strumenti Webb sensibili funzionino correttamente.

READ  Parker Solar Probe della NASA vola vicino al sole mentre il ciclo meteorologico spaziale aumenta

www.Ruag.com

articoli Correlati

Altri articoli su eeNews Europe

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x