L’India sulle importazioni di petrolio dalla Russia

Nuova Delhi: Per giustificare la decisione dell’India di acquistare petrolio russo a prezzi scontati, fonti governative hanno affermato venerdì che i paesi autosufficienti in termini di petrolio o quelli importati dalla Russia “non possono difendere in modo affidabile il commercio limitato”, aggiungendo che le transazioni energetiche legittime in India non dovrebbero essere politicizzate .

Con la Russia che offre enormi sconti, si dice che la Indian Oil Corporation abbia acquistato Tre milioni di barili di greggio russo. Ci sono anche rapporti secondo cui l’India potrebbe importare altrettanto 15 milioni di barili di minerale dalla Russia quest’anno.

In precedenza, la Casa Bianca ha affermato che mentre l’India non violerebbe le sanzioni se acquistasse greggio russo, ha aggiunto che una tale mossa metterebbe in gioco la più grande democrazia del mondo “Il lato sbagliato della storia“.

Alla domanda di commento sui rapporti sugli acquisti di petrolio russo e sui commenti della Casa Bianca, il portavoce del Dipartimento di Stato Arindam Bagci ha osservato giovedì che “un certo numero di paesi lo stanno facendo. [importing Russian oil]soprattutto in Europa, e per ora lascio le cose così”.

Ha osservato che l’India ha soddisfatto la maggior parte dei suoi bisogni attraverso le importazioni. “Pertanto esploriamo sempre tutte le possibilità nei mercati energetici globali a causa di questa situazione che stiamo affrontando per importare il nostro fabbisogno di petrolio”, ha affermato Baji.

L’India ha assunto una posizione categoricamente neutrale sulla guerra Ucraina-Russia in corso, che ha spinto l’Occidente a imporre ondate di sanzioni economiche contro Mosca.

Finora, l’India si è astenuta dal votare diverse risoluzioni che criticavano l’invasione russa in vari organi delle Nazioni Unite.

READ  Leader cattolico in Libano: la visita del Papa manterrà 'speranza' nel Paese

Venerdì, fonti governative hanno sostenuto i commenti di Baji, affermando che quasi l’85% del fabbisogno di petrolio greggio dell’India – 5 milioni di barili al giorno – viene importato. Le fonti affermano che mentre la maggior parte di queste importazioni proviene dall’Asia occidentale (Iraq 23%, Arabia Saudita 18%, Emirati Arabi Uniti 11%), la Russia è un fornitore marginale.

Le fonti hanno anche indicato che l’India è stata costretta a interrompere la fornitura di petrolio da Iran e Venezuela e ad aumentare i prezzi del petrolio dopo il conflitto in Ucraina. Il petrolio / gas russo viene acquistato da vari paesi del mondo, in particolare dall’Europa. Il 75% delle esportazioni totali di gas naturale della Russia va ai paesi dell’OCSE (ad es. Germania, Italia e Francia). Le fonti affermano che anche i paesi europei (come Paesi Bassi, Italia, Polonia, Finlandia, Lituania e Romania) sono i principali importatori di greggio russo.

Le fonti hanno sottolineato che le sanzioni occidentali alla Russia sono state “tagliate” per evitare di incidere sulle importazioni di energia dalla Russia. “Le banche russe che sono i principali canali di pagamento dell’UE per le importazioni di energia russe non sono state escluse dal sistema SWIFT”, ha aggiunto.

Le fonti hanno affermato che l’India dovrebbe continuare a concentrarsi su “fonti energetiche competitive” e accogliere le offerte di tutti i produttori.

“I paesi autosufficienti in termini di petrolio o quelli che si importano dalla Russia non possono difendere in modo affidabile il commercio limitato”, affermano le fonti, aggiungendo che le legittime transazioni energetiche in India non dovrebbero essere politicizzate.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x