L’Italia ridimensiona il suo piano per promuovere i pagamenti in contanti dopo le critiche dell’Unione Europea da parte di Reuters

©Reuters. FOTO D’ARCHIVIO: Un uomo usa i contanti per pagare gli articoli mentre fa acquisti a Milano, 2 ottobre 2020. REUTERS/Flavio lo Scalzo

ROMA (Reuters) – L’Italia annullerà parte dei suoi piani per facilitare i pagamenti in contanti di beni e servizi. Lo ha detto domenica il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, dopo le critiche delle autorità dell’Unione Europea.

Il governo ha proposto nella sua bozza di bilancio 2023 di modificare l’attuale sistema in cui i venditori rischiano multe se rifiutano di accettare pagamenti con carta, affermando che non ci saranno multe per transazioni inferiori a 60 euro ($ 63,49).

La mossa ha suscitato critiche da parte della Commissione europea, che ha dichiarato di non essere d’accordo con le precedenti raccomandazioni dell’UE per l’Italia per aumentare la conformità fiscale.Giorgetti ha detto domenica in parlamento che il governo ha fatto marcia indietro.

“Intendiamo annullare la procedura per i punti vendita”, ha detto nella sua testimonianza sul bilancio, aggiungendo che potrebbe essere introdotta una sorta di misura compensativa per aiutare i negozianti a pagare le commissioni sulle transazioni con carta.

“Spero che ci sarà più riflessione a livello europeo”, ha aggiunto.

I critici affermano che i pagamenti in contanti incoraggiano gli evasori fiscali in un paese in cui ogni anno vengono evasi circa 100 miliardi di euro di tasse e contributi sociali, secondo i dati del Tesoro.

Le attuali sanzioni, che ammontano a 30 euro più il 4% del valore dell’affare, erano una delle condizioni per ottenere la tranche di 21 miliardi di euro del fondo di recupero del coronavirus dell’UE che Roma si è assicurata nella prima metà di quest’anno.

READ  Benetton cambia nome alla show car Atlantia dopo il contraccolpo a Genova

Nonostante i recenti sviluppi, il primo ministro Giorgia Meloni, insediatosi a ottobre, rimane più indulgente sul denaro rispetto ai suoi predecessori.

Il suo primo bilancio, che deve essere approvato dal Parlamento entro la fine dell’anno, innalza il limite dei pagamenti in contanti a 5.000 euro dal prossimo anno, rispetto al precedente tetto di 1.000 euro.

($ 1 = 0,9450 euro)

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

| La Tribuna | 2021 Tutti i diritti riservati

Read also x