Perché non dovresti rompere la pasta

Ci sono molte cose che ci mancano del viaggio in Italia.

Una di queste cose è la passione del popolo italiano. Un tema magnificamente mostrato in questo video di TikTok, che è stato apprezzato da oltre 2,4 milioni di persone.

Dopo ulteriori indagini, sembra che gli italiani stiano davvero prendendo una posizione forte sulla rottura della pasta prima di metterla in pentola.

Come dice la fornaia italiana Carolina Garofani a Slate, “Lascia che ti spieghi questo dal duplice punto di vista dell’essere italiano e uno chef… la ragione per cui la pasta non si spezza è perché dovrebbe avvolgersi intorno alla forchetta”.

Questa è la durata della cottura della pasta, si ruota la forchetta e deve essere abbastanza lunga da aderire a se stessa e intrecciarsi in modo da non scivolare o far colare il sugo. cotta correttamente per consentire al sugo di attaccarsi e la salsa deve essere abbastanza densa da attaccarsi alla pasta e non sgocciolare, condire o sgocciolare.

Per altri articoli come questo, visita escape.com.au

“Nella maggior parte delle culture asiatiche, i noodles vengono mescolati direttamente dalla ciotola e affettati con i nostri denti. Non in questo caso. I noodles lunghi dovrebbero essere completamente sicuri e avvolti intorno a una forchetta.

“È il modo meno disordinato per mangiarlo. Se spezzi la pasta lunga a metà, avrai fili più corti che fanno male da mangiare e poi avrai le persone che [shudder] Usa il coltello per mangiare gli spaghetti”.

Un punto ribadito da un americano a Roma, che ha scritto nel suo saggio “I dieci comandamenti per cucinare la pasta come un italiano”:

“Non rompere la pasta. Mai. Non mi importa se è lunga, significa solo che non hai messo abbastanza acqua nella pentola. Se tieni un sacchetto di spaghetti e lo rompi sopra la pentola, lo scricchiolio ti fa sentire sentire è il suono straziante di 1.000 nonne italiane.” (Sto scherzando, probabilmente verrai schiaffeggiato per essere così sciocco.)

READ  Coronavirus in Lombardia: oggi 2 dicembre 3425 nuovi casi, 175 morti - Cronaca

“Lasciami ripetere: non rompere la pasta. La pasta viene prodotta di queste dimensioni per un motivo, e tutto ciò che serve è una pentola alta e un po’ di pratica per spostarla intorno alla forchetta”.

Per superare la marea di sensi di colpa e imbarazzo che abbiamo passato per le volte in cui abbiamo rotto la pasta prima di bollirla, ecco alcuni altri aspetti che ci siamo persi in Italia, grazie a TikTok.

la pizza:

Linea di costa:

Colazioni:

la campagna:

nuoto:

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x