Uli Thorley: ala del Gloucester in termini di ispirazione, consistenza e infortunio

L’Inghilterra è stata incoronata una volta con l’ala del Gloucester Ole Thorley

L’ala del Gloucester Ole Thurley afferma di aver tratto ispirazione guardando le partite internazionali autunnali, mentre cerca coerenza dopo un inizio di stagione colpito da un infortunio.

Thorley, 25 anni, ha iniziato le prime tre partite con il Gloucester nella stagione della Premier League, ma poi si è infortunato al ginocchio.

Ed è tornato a vincere la Premier League Cup sabato contro l’Exeter.

“Se guardi cosa stanno facendo i giocatori di livello mondiale, migliorerai, giusto?” ha detto Thurley.

“Ero così ispirato a vedere alcuni degli spettacoli internazionali autunnali. Alcune persone nella mia posizione pensavano di aver fatto le cose davvero bene.

“È interessante vedere persone che giocano il miglior rugby nel panorama attuale. Il rugby si sta sviluppando così velocemente, cambiando regole e stili di gioco. Penso di fare buoni progressi.

“Le arti richiedono un po’ di tempo per colorare, giusto, quindi devi solo continuare ad aggiungere diversi livelli. Non sto dicendo che sono ancora un capolavoro, ma è quello per cui tutti si sforzano”.

Thorley è già entrato nella sua ottava stagione con i Cherry and Whites, essendo diventato il giocatore più giovane di sempre nel 2013 quando aveva appena 17 anni.

L’attivista diplomato alla Gloucester Academy ha collezionato 84 presenze con il club, ma la competizione nella difesa della squadra è dura insieme alle ali Johnny May, Louis Rhys Zammit e Charlie Sharples.

Nonostante sia rimasto in disparte negli ultimi due mesi, Thorley ha ricevuto molti aspetti positivi guardando giocare i suoi compagni di squadra e gli avversari.

Ha fatto riferimento al giocatore irlandese James Lowe nella sua vittoria sulla Nuova Zelanda, così come al suo connazionale Freddy Steward in Inghilterra, come giocatori che si sono distinti per le sue prestazioni.

Tuttavia, ha insistito sul fatto che ottenere un tempo di gioco costante è il suo obiettivo principale ora.

“Non mi piace concentrarmi troppo sugli altri giocatori. Alla fine, so cosa posso fare e ho altre cose che posso fare che mi distinguono, questo è il mio fattore x, ogni giocatore lo ha a quel livello ” ha detto Thurley.

“Non mi piace pensare troppo a ciò che fanno gli altri, ma se vedo qualcosa di buono, intelligente o che mi renderebbe la vita più facile in campo, mi aiuterebbe sicuramente”.

anti-infortunio

Thorley ha vinto il premio Young Player of the Year della Premier League nel 2019 ed è stato il capocannoniere della Premier League l’anno successivo con 11.

Ha perso la selezione per la Coppa del Mondo 2019 dopo essersi infortunato al ginocchio, prima di rivendicare il suo primo titolo con l’Inghilterra durante il Campionato Sei Nazioni 2020 in una vittoria sull’Italia.

Sebbene sia stato dentro e fuori la squadra di allenatori dell’Inghilterra da allora, non ha mai più indossato la maglia nazionale.

“Credo che se non fossi stato ferito, penso che avrei potuto alzare la mano [for the autumn internationals]ha aggiunto Thorley.

“Il modo in cui gioco a rugby, forse come qualcuno come Jack Noel, è molto rivelatore e penso che potrebbe espormi un po’ a questi infortuni.

“Non ho mai avuto un infortunio ai tessuti molli dalla corsa, nessun infortunio che ho avuto da un contatto. È qualcosa a cui ho pensato e ho visto come posso migliorare il mio recupero, come posso migliorare il mio gameplay in modo che non non succede.”

READ  Open di Francia 2021: Novak Djokovic si qualifica per affrontare Lorenzo Musseti

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x