Biglietti del treno per le stelle per Natale: l’Antitrust avvia le indagini

Chi ha provato a prenotare il treno per tornare a casa, con Trenitalia ONTV (I.e. Italo), noterai sicuramente che il prezzo del biglietto è aumentato notevolmente, e in alcuni casi lo è Il doppio del prezzo normale.

Questo non è passato inosservato primaAntitrustChe ha deciso di aprire un’indagine per chiarire le ragioni dell’aumento. I giorni in cui i prezzi sono al massimo sono quelli che si avvicinano al 21 dicembre e dopo il 6 gennaio 2021, quando cessa il divieto di viaggio imposto dal DPCM in vigore.

Trenitalia e Ntv dovranno giustificare aumenti di prezzo e criteri di riorganizzazione delle rotte. Nel frattempo, il governo sta valutando un’ulteriore riduzione dei viaggi durante le vacanze, che potrebbe incidere ulteriormente sui prezzi.

Prezzi dei treni aumentati dal 15 dicembre all’Epifania: c’è una “mano” DPCM

Il punto interrogativo, che fa luce sull’Autorità garante della concorrenza e del mercato, è che gli aumenti dei prezzi sono motivo di preoccupazione I brani sono disponibili dal 15 dicembre al 15 gennaio 2021Soprattutto nei giorni che precedono il 21 dicembre, quando entreranno in vigore le ultime restrizioni DPCM.

Infatti lo spostamento tra le Zone Gialle è gratuito e consentito fino al 20 dicembre, dopodiché per spostarsi lungo l’area di rigore sarà necessario buona ragione È annunciato sul modulo di autocertificazione per i viaggi (es. Salute, lavoro, bisogni e casi urgenti).

Stesso numero per i giorni immediatamente successivi al 6 gennaio 2021, quando termina il divieto di viaggio nella Zona Gialla.

Il prezzo dei biglietti del treno (sia Italo che Trenitalia) cala nel periodo compreso tra il 21 dicembre e il 6 gennaio, quando sono vietati i viaggi e le visite ad amici e parenti che non vanno d’accordo. In quei giorni può prendere il treno solo chi fa ritorno al proprio luogo di residenza, casa o residenza, oppure si sposta per motivi di lavoro o di salute.

3 giorni per spiegare i motivi dei prezzi elevati

L’Autorità Antimonopoli ha concesso a Trenitalia e Ntv 3 giorni per illustrare i criteri per la determinazione del prezzo dei biglietti e del numero di posti disponibili sulle principali strade nazionali.

READ  Incisione laser, la personalizzazione è fai da te

Lo scostamento dal tasso di base è significativo e l’offerta è molto limitata.

Coloro che desiderano tornare a casa per Natale prima del blocco del 21 dicembre devono acquistare i biglietti a un prezzo molto più alto del solito. Basti pensare che è quasi impossibile trovare un biglietto Milano-Roma a meno di 100 euro per una corsa singola, quasi il doppio della tariffa standard.

Se le risposte di Trenitalia e Ntv sono insoddisfacenti, l’Antitrust può valutare l’applicazione di sanzioni e sanzioni.

Melania Cocci

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x