1 caso di vaiolo delle scimmie confermato in Alberta

L’ufficiale medico capo dell’Alberta riferisce che la provincia ha confermato il suo primo caso di vaiolo delle scimmie.

La dottoressa Dina Henshaw ha fatto l’annuncio su Twitter giovedì pomeriggio, dicendo che si trattava di un “caso isolato” e che la persona era “in stretto contatto” con un “caso noto” fuori dall’Alberta.

Henshaw ha aggiunto che ora si stanno autoisolando e stanno lavorando con Alberta Health per abilitare il tracciamento dei contatti.

“Il vaiolo delle scimmie è una malattia rara che può causare febbre, dolori ed eruzioni cutanee”, ha detto Henshaw. “Sebbene il vaiolo delle scimmie sia raro e generalmente considerato un basso rischio per il pubblico in generale, solo un caso isolato è stato confermato in Alberta”.

Henshaw ha affermato che la trasmissione può avvenire attraverso il contatto con fluidi corporei, piaghe o oggetti personali recentemente contaminati da fluidi corporei o piaghe.

“Il vaiolo delle scimmie non si diffonde facilmente tra le persone”, ha aggiunto. “Sebbene sia anche possibile ammalarsi a causa delle goccioline respiratorie dopo aver trascorso molto tempo vicino a una persona infetta, le persone più a rischio sono quelle che hanno avuto uno stretto contatto con una condizione per un periodo prolungato”.

A partire da mercoledì, il ministero della salute del Quebec ha confermato 52 casi di virus, mentre Toronto ha confermato la sua seconda infezione.

A livello globale, ci sono più di 550 casi confermati in 30 paesi, tra cui Spagna, Portogallo, Tailandia, Messico e Israele.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, il vaiolo delle scimmie è stato scoperto per la prima volta nel 1958 quando è stato identificato per la prima volta in colonie di scimmie ricercatrici in cattività. Il primo caso di infezione nell’uomo è stato segnalato nel 1970.

READ  L'immagine di Marte mostra increspature scolpite dai demoni della polvere

I sintomi iniziali della malattia rara comprendono febbre, dolori muscolari, brividi, affaticamento, mal di testa e linfonodi ingrossati.

Entro tre giorni dalla comparsa dei primi sintomi, i pazienti possono sviluppare un’eruzione cutanea in tutto il corpo che si trasforma in vesciche o croste che possono cadere con il progredire del virus. Il CDC afferma che la malattia di solito dura da due a quattro settimane.

A causa di problemi di privacy, Hinshaw ha affermato che non sarebbero state rilasciate altre informazioni identificative sul caso del vaiolo delle scimmie.

“Sebbene il rischio di infezione sia attualmente basso per la popolazione generale, il vaiolo delle scimmie può colpire chiunque sia a stretto contatto con una persona infetta”, ha aggiunto Henshaw.

“Continuiamo a indagare sulla diffusione del vaiolo delle scimmie con i nostri partner federali e provinciali e valuteremo regolarmente la situazione man mano che si evolve”.

CTV News Edmonton ha contattato Alberta Health per ulteriori commenti.


Con file da CTV News Montreal e CTVNews.ca

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x