Cinema e mafia: il film italiano di Matteo Messina Denaro non è ancora all’apice?

Chi ha dato ordine a Reina e Messina Denaro di uccidere Falcone e Borsellino, e ha facilitato l’assassinio di due magistrati sotto pesante protezione? E dov’è il “taccuino rosso di Borsellino” scomparso dalla sua borsa di pelle, quella che portava sempre con sé? In che modo Messina Denarau ha deciso dove colpire e quando? Trent’anni di indagini non hanno risposto.

Quelle bombe e quegli omicidi stavano ricattando lo stato e facevano parte di una raffinata strategia terroristica. Chi ha suggerito gli obiettivi e perché? Tommaso Buscetta, il don mafioso che iniziò a parlare con Giovanni Falcone ea svelare i segreti dell’organizzazione, diceva sempre che i veri capi, quelli autorizzati a uccidere e fare strategie, erano a Roma.

Matteo Messina Denaro è stato arrestato, ma l’archivio di Riina, che stava scappando, non è stato ancora ritrovato, come il quotidiano Borsellino. E l’Italia attende ancora risposte.

(Francesca Marino è una giornalista ed esperta dell’Asia meridionale che ha scritto “Apocalypse Pakistan” con B Natale. Il suo ultimo libro è “Balochistan – Bruised, Battered and Blooded”. Ha twittato a @francescam63. Questo è un articolo di opinione e le opinioni espresse sono proprietà dell’autore. Non approvato Quint non è responsabile delle sue opinioni riportate.)

READ  La popolare lista dei compleanni di oggi per l'8 maggio 2022 include le celebrità Olivia Culpo ed Enrique Iglesias

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x