Conor Washington dice che la fiducia è ancora alta

L’amichevole vinta per 3-0 su Malta a maggio è stata la prima vittoria dell’Irlanda del Nord nello spazio di 90 minuti dal 2019 e l’unica vittoria competitiva di Ian Baraclaw è stata una vittoria ai rigori contro la Bosnia ed Erzegovina nell’ottobre dello scorso anno.

Si dirige a Vilnius con un punto nelle prime due gare di qualificazione a marzo, dopo aver pareggiato 0-0 con la Bulgaria a Belfast dopo la sconfitta per 2-0 in apertura contro i futuri campioni d’Europa dell’Italia, che hanno già bisogno di recuperare il terreno. Prima di affrontare la Svizzera in casa la prossima settimana.

“Se vogliamo fare qualcosa nel gruppo, non possiamo evitare il fatto che dobbiamo andare in posti come questo e vincere le partite di calcio”, ha detto Washington, che è tornato in squadra per la prima volta da novembre. In un momento in cui Liam Boyce e Josh Maginnis erano scomparsi.

Partecipazione Nella nostra newsletter quotidiana

le notizie Taglia il rumore

Conor Washington, attaccante nordirlandese

“Non vogliamo cercare di sottovalutarlo. Dobbiamo accettare quella pressione e cercare di trasformarla in qualcosa di positivo, che ora siamo in una posizione come nazione che si aspetta di andare in questi posti e vincere”.

Washington ha saltato le qualificazioni di marzo a causa di un infortunio, ma ha visto abbastanza nelle prestazioni per assicurargli che alcuni risultati positivi erano vicini.

“Ovviamente ho visto le partite da casa, ma ho pensato che ci fossero state delle ottime prestazioni, soprattutto nell’ultima parte della partita con l’Italia”, ha detto l’attaccante del Charlton. “Questo era molto di più di quello che stavamo facendo e per cui stavamo lavorando.

“Devi sentirti un po’ turbato perché la posizione in cui è entrato dopo Michael (O’Neill) era ovviamente difficile. Non è che abbiamo avuto San Marino o Malta, abbiamo avuto partite competitive davvero difficili in cui le squadre stanno cercando di qualificarsi per tornei.

“Non credo che la fiducia sia stata battuta. Crediamo tutti in noi stessi, soprattutto con l’arrivo dei ragazzi più giovani.

“Il DNA da quando sono qui e ho fatto parte dei campi è che saremo molto fermi e duri e poi dobbiamo essere duri in contropiede.

“È qualcosa che si adatta a molti di noi. Non credo che siamo lontani e la prestazione lo ha sicuramente dimostrato”.

Dopo aver sfruttato le amichevoli di giugno contro Malta e Ucraina per dissanguare alcuni giovani, Baraklov ha nominato una rosa quasi al completo per questa partita di qualificazione, che si svolgerà da entrambe le parti in un’amichevole contro l’Estonia di domenica.

Ma nonostante il ritorno di giocatori come Washington, Stephen Davis e Jamal Lewis, il vice capitano Jonny Evans è fuori per infortunio.

A Dan Ballard verrà chiesto di riempire il vuoto e sfruttare alcune forti performance estive.

“Ci saranno sempre infortuni, i giocatori non saranno sempre disponibili”, ha detto il 21enne in prestito al Millwall dall’Arsenal.

“È una buona opportunità per farsi avanti e assumersi maggiori responsabilità e cercare di aiutare il più possibile la squadra quando non sono disponibili grandi giocatori.

“Forse è qualcosa con cui la squadra deve fare i conti, e tutti noi dobbiamo intensificare un po’ e aiutare a ottenere un risultato”.

READ  RUSADA perseguirà 13 sospette violazioni antidoping a luglio - Sport

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x