Enorme cambiamento nel sistema di voto dell’Eurovision in vista del concorso del 2023

La European Broadcasting Union ha annunciato un enorme cambiamento nel sistema di voto per l’Eurovision Song Contest 2023.

La competizione del prossimo anno si svolgerà alla M&S Arena di Liverpool a maggio: l’Ucraina, vincitrice del torneo del 2022, non ha potuto ospitare il torneo l’anno prossimo a causa della guerra in corso con la Russia, iniziata a febbraio di quest’anno.

Con una svolta sorprendente, la European Broadcasting Union (EBU) ha annunciato un enorme cambiamento al sistema di votazione delle semifinali, il che significa che invece di una combinazione di voti dei fan e voti della giuria, i finalisti saranno decisi solo dai fan. il loro voto.

La European Broadcasting Union ha annunciato un massiccio cambiamento nel sistema di voto per l’Eurovision Song Contest 2023. Foto: Marco Bertorello/AFP via Getty Images

Il voto della giuria e dei fan per la semifinale è in vigore dal 2009, tuttavia è stato oggetto di un attento esame durante la seconda semifinale dello scorso anno – che ha visto l’uscita di Brock Scullion e Ireland dopo la sua esibizione di “That’s Rich” – e che avrebbe battuto Azerbaigian, Georgia, Montenegro e Polonia, Romania e San Marino si sono scambiati i voti.

Questi voti sono stati fortemente scontati dopo “irregolarità senza precedenti”, e sono stati invece sostituiti da un voto totale dai risultati di altri paesi con schemi di voto simili. Le giurie rimarranno in carica per la finale, che sarà unita al voto del pubblico.

Annunciando la mossa martedì, il direttore esecutivo dell’Eurovision Song Contest Martin Osterdahl ha affermato che la mossa aveva lo scopo di dare più potere ai fan che guardano a casa.

Le modifiche arrivano dopo che alle giurie di sei paesi è stato ridotto il voto a seguito di massicce irregolarità nella loro votazione in semifinale, con l’accusa di scambiarsi voti tra loro. Foto: EBU/Andres Putting

“Nel corso dei suoi 67 anni di storia, l’Eurovision Song Contest si è costantemente evoluto per rimanere rilevante ed entusiasmante”, ha affermato Osterdahl. Questi cambiamenti riconoscono l’immensa popolarità dello spettacolo dando più potere al pubblico del più grande evento di musica dal vivo del mondo.

READ  Come guardare l'anime Star Wars: Visions

Nel 2023, solo gli spettatori dell’Eurovision Song Contest decideranno quali paesi arriveranno alla Grand Final e, riflettendo l’impatto globale dell’evento, chiunque guardi lo spettacolo, ovunque si trovi, può esprimere un voto per la propria canzone preferita.

“Coinvolgendo giurie di professionisti della musica nel determinare il risultato finale, tutte le canzoni della Grand Final possono essere valutate sulla scala più ampia possibile”, ha continuato Osterdahl. “Possiamo anche mantenere la tradizione di viaggiare in Europa e in Australia per raccogliere punti e garantire un’entusiasmante sequenza di votazioni con solo il vincitore rivelato alla fine dello spettacolo”.

Sam Ryder
L’Eurovision 2023 si terrà a Liverpool e, sebbene il britannico Sam Ryder non abbia effettivamente vinto la competizione lo scorso anno, l’Ucraina non è stata in grado di ospitare la competizione a causa della guerra con la Russia. Foto: David Fisher/Global/Shutterstock

Il Song Contest ha anche annunciato che, per la prima volta in assoluto, i fan di tutto il mondo potranno votare al concorso indipendentemente dal fatto che il loro paese partecipi o meno, utilizzando una piattaforma online e una carta di credito del loro paese.

Questi voti, una volta tabulati da tutto il mondo, assegneranno punti simili a quelli di un singolo paese sia in semifinale che in finale.

Mentre la persona che rappresenta l’Irlanda al Liverpool deve ancora essere annunciata, una persona ha espresso il desiderio di riportarci ai giorni di gloria: Padre Ray Kelly Che è diventato famoso nel 2014 quando ha cantato la canzone Hallelujah di Leonard Cohen.

Ha poi continuato a stupire i giudici di Britain’s Got Talent quattro anni dopo con la sua cover di REM, raggiungendo le semifinali dello spettacolo.

La scorsa settimana, padre Kelly ha aggiunto che sperava di poter rappresentare l’Irlanda nella competizione canora, dicendo all’Irish Mirror che era qualcosa che “ama fare”.

“Ero lì a Innsbruck”, ha detto Padre Kelly. Ne abbiamo inviato uno per rappresentare l’Irlanda all’Eurovision l’anno scorso, ma non ha funzionato, quindi ne abbiamo inviato un altro quest’anno. È anche una bella canzone. È qualcosa che mi piace fare.

READ  I 50 migliori ristoranti del mondo per il 2021

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x