― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldGaza: Medici Senza Frontiere condanna l'attacco deliberato contro un convoglio che trasportava...

Gaza: Medici Senza Frontiere condanna l’attacco deliberato contro un convoglio che trasportava personale, provocando la morte di una persona e il ferimento di un’altra.

Il 18 novembre 2023, un parente di uno staff di MSF è morto e un altro è rimasto ferito in un attacco a un convoglio di MSF che stava cercando di evacuare 137 persone: personale palestinese di MSF e le loro famiglie. Sono stati assediati per una settimana nel quartier generale di MSF situato vicino all’ospedale Al-Shifa a Gaza. MSF condanna con la massima fermezza questo attacco deliberato.

Questa mattina, alle 9:00 ora locale, è arrivato un convoglio di MSF composto da cinque auto, tutte chiaramente contrassegnate con l’identificazione di MSF, anche sui tetti delle auto, con a bordo 137 persone, tra cui personale palestinese di MSF e le loro famiglie, tra cui 65 bambini. . Ha lasciato il quartier generale di MSF (la pensione, l’ufficio e l’ambulatorio situati vicino all’ospedale Al-Shifa) diretto nel sud di Gaza verso un luogo più sicuro. Dall’11 novembre sono rimasti intrappolati sotto il fuoco a causa dei combattimenti in corso e da allora MSF ha ripetutamente chiesto la loro evacuazione in sicurezza.

Medici Senza Frontiere aveva informato entrambe le parti in conflitto di questo movimento. Il convoglio ha seguito il percorso stabilito dall’esercito di occupazione israeliano ed è arrivato in via Salah al-Din, accompagnato da altri civili che stavano cercando di lasciare la zona.

Il convoglio ha raggiunto il checkpoint finale vicino a Wadi Gaza, che in quel momento era affollato a causa delle intense perquisizioni di palestinesi da parte delle forze israeliane. Nonostante le informazioni scambiate con l’esercito israeliano, non è stato loro permesso di attraversare il posto di blocco per ore. Più tardi, il nostro staff ha sentito degli spari, costringendoli a tornare indietro per la paura e a tornare al quartier generale di MSF, che si trova a circa 7 chilometri dal checkpoint.

READ  Fisher perde il record dopo aver mangiato un enorme pesce gatto

Sulla via del ritorno, tra le 15:30 e le 16:00 ora locale, il convoglio è stato attaccato in Al Wahda Street, vicino all’incrocio con Saeed Al Aas Street, vicino all’ufficio di MSF. Due veicoli di MSF sono stati deliberatamente colpiti, provocando la morte di un membro della famiglia del personale di MSF e il ferimento di un altro.

MSF chiede ancora una volta il permesso urgente per evacuare il nostro personale, così come migliaia di altre persone intrappolate dai combattimenti e che vivono in condizioni estremamente povere nel nord di Gaza.

Chiediamo un cessate il fuoco immediato, che è l’unico modo per creare corridoi per evacuare in sicurezza i civili intrappolati.