Gli Stati Uniti e il Canada hanno risposto alle sanzioni “infondate” della Cina mentre la disputa sullo Xinjiang si aggravava Uiguri

Segretario di Stato americano, Anthony Blink, Ha avvertito che le sanzioni reciproche della Cina contro due americani nella crescente disputa sul trattamento da parte di Pechino degli uiguri erano “prive di fondamento” e avrebbero solo fortemente evidenziato il “genocidio” nello Xinjiang.

“I tentativi di Pechino di intimidire e mettere a tacere coloro che parlano di diritti umani e libertà fondamentali contribuiscono solo al crescente controllo internazionale sul genocidio e sui crimini contro l’umanità che è in corso in XinjiangBlinken ha detto in una dichiarazione sabato.

Ha parlato dopo che la Cina ha annunciato sanzioni contro due americani, un canadese e il difensore dei diritti, in risposta Sanzioni imposte questa settimana Dai due paesi sul trattamento riservato da Pechino alla minoranza uigura.

Blinken ha descritto le sanzioni imposte ai due membri del Comitato americano per la libertà religiosa internazionale come “prive di fondamento”.

Almeno un milione Uiguri E gruppi di sinistre umane hanno riferito che persone appartenenti ad altri gruppi musulmani sono detenute nei campi nello Xinjiang, in Cina, e le autorità sono accusate di sterilizzare con la forza le donne e di imporre il lavoro forzato.

Ce l’hanno Unione Europea, Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti Punisce più membri Nella gerarchia politica ed economica dello Xinjiang in azione concertata sulle accuse, che ha spinto Pechino a ritorsioni sotto forma di sanzioni contro individui dell’Unione Europea e della Gran Bretagna.

Siamo solidali con CanadaIl Regno Unito, l’Unione europea, i partner e altri alleati in tutto il mondo nel chiedere alla Repubblica popolare cinese di porre fine alle violazioni dei diritti umani e agli abusi contro i musulmani uiguri e i membri di altre minoranze etniche e religiose nello Xinjiang e il rilascio di coloro che sono stati arbitrariamente detenuti , Disse Blinken.

La dichiarazione di Blinken è arrivata dopo che il Primo Ministro del Canada, Justin TrudeauPechino ha condannato e si è impegnato a difendere i diritti umani.

Trudeau ha descritto le sanzioni cinesi come “misure inaccettabili”.

“Continueremo a difendere i diritti umani in tutto il mondo con i nostri partner internazionali”, ha detto Trudeau su Twitter.

La Cina ha imposto sanzioni al parlamentare canadese dell’opposizione Michael Chung, vicepresidente della sottocommissione parlamentare sui diritti umani internazionali, che questo mese ha presentato un rapporto in cui conclude che le atrocità nello Xinjiang equivalgono a crimini contro l’umanità e genocidio.

Pechino ha anche detto che prenderà provvedimenti contro il presidente e vicepresidente del Comitato statunitense per la libertà religiosa internazionale, Gail Mansion e Tony Perkins.

Agli individui soggetti alle sanzioni di Pechino è vietato entrare nella Cina continentale, Hong Kong e Macao, e ai cittadini e alle istituzioni cinesi è vietato trattare con i tre individui o fare qualsiasi scambio con il sottocomitato.

“Il governo cinese è fermamente determinato a salvaguardare la propria sovranità nazionale, la sicurezza e gli interessi di sviluppo, ed esorta le parti interessate a comprendere chiaramente la situazione e correggere i propri errori”, ha detto il ministero degli Esteri cinese.

Dovrebbero fermare la manipolazione politica delle questioni relative allo Xinjiang, smettere di interferire in qualsiasi modo negli affari interni della Cina e astenersi dall’andare oltre la strada sbagliata. Altrimenti, le loro dita saranno bruciate. “

Le precedenti sanzioni cinesi contro il personale statunitense che si dice abbiano seriamente minato la sovranità della Cina e gli interessi sulle questioni legate allo Xinjiang rimangono in vigore.

Chung, un membro del Partito conservatore dell’opposizione in Canada, ha detto che avrebbe “indossato (le sanzioni) come un distintivo d’onore”.

“Questo dimostra che i parlamentari sono efficaci nel richiamare l’attenzione sul genocidio degli uiguri che si sta verificando nella Cina occidentale”, ha detto Chung in un’intervista telefonica.

Chung ha esortato il governo di Trudeau a “riconoscere ufficialmente il genocidio degli uiguri” e ha detto che le sanzioni non avrebbero avuto un effetto pratico perché non aveva intenzione di recarsi in Cina.

READ  Il programma nucleare iraniano e la pressione per il processo di pace in Afghanistan e Siria: con Joe Biden, ferma la strategia di disimpegno in Medio Oriente

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x