Gli ucraini tornano a casa dall’estero per combattere l’invasione russa

Centinaia di migliaia di rifugiati stanno lasciando l’Ucraina nel mezzo dell’invasione russa iniziata giovedì, ma alcuni uomini e donne ucraini stanno tornando a casa da tutta Europa per aiutare a difendere la loro patria.

Le guardie di frontiera polacche hanno detto domenica che circa 22.000 persone sono entrate in Ucraina da giovedì, quando è iniziata l’invasione.

Al posto di blocco di Medica, nel sud-est della Polonia, domenica diverse persone erano in fila per entrare in Ucraina.

“Dobbiamo difendere la nostra patria. Chi altri se no?”, ha detto un uomo di fronte a un gruppo di circa 20 camionisti ucraini che si stavano dirigendo al checkpoint per entrare in Ucraina. Hanno parlato con l’Associated Press in ucraino e russo.

Un altro uomo del gruppo ha detto: “I russi dovrebbero avere paura. Noi non abbiamo paura”.

I membri del gruppo si sono rifiutati di rivelare i loro nomi, o hanno menzionato solo il loro nome, adducendo la sicurezza propria e delle loro famiglie.

“Fa paura, ma devo.”

Denis, 28 anni, che ha trascorso sei mesi lavorando nei cantieri in Polonia, ha detto che tornerà in Ucraina dove “tutto è”.

“Sono da solo qui in Polonia. Perché sono qui? Quindi vado a casa”, ha detto Denis, indossando la bandierina blu e gialla della nazionale ucraina sulla sua giacca invernale.

“Voglio tornare per unirmi all’esercito e combattere. Vedremo. Speriamo di vincere. Voglio tornare, tutto qui.”

Immagini | Gli ucraini fuggono nei paesi vicini mentre le città vengono attaccate:

Prima del recente esodo, circa 1 milione di ucraini in Polonia lavoravano o studiavano.

Lisa, 36 anni, di Leopoli, ha parlato con l’Associated Press poco prima di entrare nell’edificio del checkpoint, seguendo suo fratello in Ucraina.

READ  8 morti e 18 feriti nel crollo di una miniera in Serbia

Ha detto: “Ho paura, ma sono una madre e voglio stare con i miei figli. Cosa puoi fare? È spaventoso ma devo farlo”.

Un’altra giovane donna, Alina, ha detto che era tornata per portare i suoi figli fuori dall’Ucraina.

“Noi, gli ucraini, dobbiamo portare via i nostri figli… per permettere ai nostri figli di combattere”.

Sul lato ucraino del confine, un uomo stava dirigendo gli arrivi verso un luogo dove le auto e gli autobus li stavano aspettando per portarli avanti.

Bonus per gli uomini arruolati nell’esercito

La Repubblica Ceca, che confina con la Polonia a sud-ovest, intende sostenere le famiglie ucraine che vivono nel paese i cui uomini decidono di tornare a casa per combattere.

Il Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali sta preparando dei bonus per le famiglie che perderanno reddito se “devono entrare gli uomini [Ukrainian] Lo ha detto il ministro Marianne Gorica.

Il fumo sale dopo il bombardamento di Kiev di domenica. Giovedì è iniziata l’invasione russa dell’Ucraina. (Gleb Garanish/Reuters)

Ci sono circa 200.000 lavoratori ucraini nella Repubblica Ceca, la maggior parte dei quali sono uomini.

Le ferrovie ceche affermano che gli uomini ucraini che tornano in Ucraina possono salire a bordo di qualsiasi treno gratuitamente. Devono viaggiare attraverso la Polonia o la Slovacchia per arrivare in Ucraina.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky risiedeva nella capitale, Kiev, sollevando il morale dei combattenti ucraini mentre le forze russe si avvicinavano alla città e all’inizio della domenica il cielo si è illuminato con massicce esplosioni.

Zelensky ha vietato agli uomini in età militare, di età compresa tra i 18 ei 60 anni, di lasciare il Paese. Le autorità ucraine hanno anche invitato i volontari stranieri a venire a combattere in difesa dell’Ucraina.

Almeno 368.000 persone sono fuggite dall’Ucraina in Polonia e in altri paesi vicini a seguito dell’invasione russa, ha affermato domenica l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Le guardie di frontiera polacche hanno detto che circa 156.000 persone sono entrate dall’Ucraina da giovedì.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x