I primi cinque liquori speciali premiati

Dagli spiriti scandinavi Aquavit al vermouth dall’Italia e dall’Inghilterra, gli alcolici speciali meno conosciuti stanno attirando l’attenzione dei bevitori che cercano di sperimentare cocktail e servizi a basso grado alcolico. Abbiamo selezionato cinque delle nostre ultime scelte di degustazione alla cieca.

Gli alcolici speciali come il vermouth e l’amaro stanno diventando sempre più popolari tra i bevitori

Oltre alle categorie tradizionali come vodka, rum e gin, c’è un’abbondanza di liquori che non rientrano in categorie consolidate. Questi spiriti distintivi includono categorie come aquavit, vermouth, amaro, assenzio e pisco.

I bevitori che cercano un morso più leggero potrebbero sostituire i loro prodotti G&T con vermouth e tonic o utilizzare lo spirito a base di vino nei cocktail classici. Il vermouth è sempre più prodotto in tutto il mondo, in particolare in Europa, con prodotti fabbricati in Spagna, Italia e Inghilterra da baristi e aziende produttrici di bevande.

Altre denominazioni come l’acquavite scandinava e il pisco, tipicamente prodotte in Perù e Cile, sono più conosciute nei loro paesi d’origine, ma sempre più baristi e mixologi domestici utilizzano gli ingredienti per aggiungere sapori diversi ai loro servizi.

Per testare la qualità di alcune di queste sottocategorie, Master Specializzati 2022 All’hotel Novotel di London Bridge, tre gruppi di esperti partecipanti sono stati incaricati di giudicare questi prodotti.

Il primo gruppo comprendeva: Sarah Jane Eichler, fondatrice del Negroni Club UK; Bernadette Pamplin, scrittrice freelance di bevande e fondatrice sotto influenza Articoli; Hershel Perez Tirado, Direttore Partnership Bevande; e Melita Kelly, editore Affari spirituali e una sedia Concorsi Master in distillati del mondo.

Il secondo comitato era presieduto da Matt Chambers, co-fondatore di Whisky per tutti Blog e club di whisky del nord di Londra. Era accompagnato da Ann Jones, Experience Drinks and Events at Waitrose, e; Tobias Jorn, co-fondatore e Senior Partner, International Drinks Specialists.

READ  L'Italia ospita la "Ragazza afgana" globale di National Geographic

Il terzo team era guidato da David T. Smith, consulente di alcolici, scrittore e co-fondatore di Craft Distilling Expo. A lui si sono uniti: Evan Prosives, bar manager di Sexy Fish a Londra; e Dimple Athavia, fondatrice di All Things Drinks.

Continua a leggere per scoprire cinque prodotti che hanno vinto un master o una medaglia d’oro nella degustazione alla cieca di distillati speciali di quest’anno.


La categoria del vermouth ha visto un aumento di popolarità grazie al fiorente segmento basso e basso.

La prima vincitrice di medaglia per il volo del Vermouth è stata Villa Massa Vermouth di Giardino Tradizionale, che ha conseguito il master. Chambers ha detto del vermouth: “Questo è stato un delizioso abbinamento di sapori al palato, assolutamente stupendo”.

Prodotto dalla società spagnola Zamora. Vermouth 16% vol Era fatto con piante come l’assenzio piemontese, l’alloro, il coriandolo e la genziana. L’azienda ha inoltre ricevuto una medaglia d’oro per il Villa Massa Vermouth di Giardino Mediterranean Dry.

Anche il Vermouth di Giardino Tradizionale di Villa Massa è stato insignito del titolo di Taste Master, insieme al Nordic EtOh Aquavit.


Prodotta allo stesso modo del gin, l’acquavite viene solitamente prodotta in Scandinavia ed è spesso utilizzata nei cocktail.

Un prodotto che vale la pena aggiungere al tuo armadietto delle bevande è North Atlantic Akvavit, che ha ricevuto una medaglia d’oro nel viaggio Aquavit. Le note di degustazione dei giudici includevano “cumino legnoso e secco al palato”.

Prodotto presso la distilleria Faer Isles nelle remote Isole Faroe nel Nord Atlantico, che si dice sia una delle distillerie più settentrionali del mondo.

READ  Un consorzio guidato da TIM propone orari per un cloud center in Italia

Il produttore francese di alcolici Maison Villevert ha conquistato la medaglia d’oro per La Quintinye Vermouth Royal Rouge.

Il vermouth era amato per essere “molto espressivo” al naso, risultando in “buccia d’arancia, spezie terrose e una sensazione in bocca succulenta”.

La Quintinye Rouge contiene 28 erbe e spezie ed è una miscela di vino bianco e vino rosso Pineau de Charentes.


Il vincitore del Masters Nordic EtOH Aquavit si aggiudica il primo premio e il titolo di Taste Master.

Un giudice ha detto della frase: “Cumino tostato al naso. Caldo al palato, con quel brindisi in arrivo. Un finale lungo, complesso e divertente”.

Prodotto presso la distilleria Nordic Ethanol di Copenaghen, lo spirito 40% ABV è realizzato con botanici tra cui cumino, arancia, chiodi di garofano, cardamomo nero, semi di coriandolo e lavanda.


Il distillatore francese Joseph Carteron ha portato a casa due medaglie d’oro durante il suo viaggio nel Vermouth, inclusa una per l’imbottigliamento del Vermouth Blanc.

Il vermouth è stato elogiato per il suo “gusto dolce con piacevoli agrumi, grande equilibrio e freschezza”.

Giuseppe Carteron Vermouth rosso e bianco Realizzato con una base di vini Pinot Nero e Chardonnay, rispettivamente.

Imbottigliato al 16,5% di alcol, il Vermouth Blanc è aromatizzato con 16 ingredienti, tra cui chiodi di garofano, alloro, noce moscata, liquirizia e sambuco.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x