Il presidente italiano ha deciso di scambiare palazzo con appartamento a Roma

Secondo quanto riferito, Mattarella firmerà un contratto di locazione per l’appartamento romano, un tema politico scottante.

Il presidente italiano Sergio Mattarella si trasferirà in un appartamento a Roma dopo che il suo mandato di sette anni scadrà il 3 febbraio 2022.

L’ottantenne capo dello Stato ha firmato un contratto di locazione per un appartamento in una zona residenziale non lontana dal centro della città, tra i quartieri Parioli e Salario Trieste, secondo il quotidiano italiano L’Espresso.

È lo stesso appartamento che Mattarella ha visto qualche settimana fa, con la figlia Laura, lasciando senza parole la padrona di casa mentre apriva la porta di casa al presidente della Repubblica.

Dire che Mattarella si starebbe “ridimensionando” è un grosso eufemismo.

La sua attuale residenza è il vasto Palazzo Quirinale, il sesto palazzo più grande del mondo, che si estende per una superficie di 110.500 mq ed è la dimora di Mattarella da quando ne è diventato presidente nel 2015.

La presunta futura casa di Mattarella misura 120 mq, ben lontana dal Quirinale che è 20 volte più grande della Casa Bianca e ancora un terzo delle dimensioni di Buckingham Palace.

Il prossimo presidente dell’Italia

La firma dell’affitto dell’appartamento da parte di Mattarella porta alla ribalta un tema politico scottante a Roma: chi sarà il prossimo presidente dell’Italia?

Giovedì sera Mattarella ha detto di essere d’accordo con i suoi predecessori Giovanni Leone e Antonio Segni che ritenevano che la presidenza italiana dovesse essere un ruolo con un solo mandato.

L’attuale premier italiano Mario Draghi è stato a lungo indicato come il favorito per trasferirsi al Quirinale quando Mattarella se ne andrà.

READ  Ora è ufficiale, le nuove aree cambiano colore. ECCO CHI È CHI E DA QUANDO »ILMETEO.it

Ma c’è un forte desiderio tra l’establishment e il pubblico italiano in generale che sia Draghi che Mattarella rimangano nei loro ruoli attuali.

La teoria tanto propagandata è che Mattarella potrebbe cercare un secondo mandato per lasciare che l’ex capo della Bce Draghi rimanga come premier per supervisionare la spesa italiana di oltre 200 miliardi di euro di fondi di recupero post-pandemia dell’UE.

Draghi gode di rispetto sulla scena internazionale ed è anche merito di aver guidato le riforme tanto necessarie e di unificare, anche se temporaneamente, i partiti politici normalmente irritabili dell’Italia.

Tuttavia, il presidente del Consiglio apolitico è ritenuto improbabile che si sottoponga ai rigori di una campagna elettorale, così come ora è tanto più improbabile che Mattarella resti al Quirinale dopo gennaio.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x