Il senatore repubblicano dice che avrebbe temuto se i rivoltosi del Campidoglio fossero attivisti del BLM | La violazione del Campidoglio degli Stati Uniti

Il senatore repubblicano Ron Johnson Wisconsin Ha affrontato accuse di razzismo e chiede le sue dimissioni dopo aver detto a un conduttore radiofonico che non si era sentito minacciato dalle bande pro-Donald Trump che hanno fatto irruzione nel Campidoglio a gennaio, ma che si sarebbe preoccupato se gli invasori fossero stati “antifa”. o neri. La vita è importante.

“Non mi sono mai sentito davvero minacciato”, ha detto Johnson al conduttore di Wisconsin Radio Jay Webber. Ha detto che i ribelli erano spesso “persone che amano questo paese, rispettano davvero le forze dell’ordine e non faranno mai nulla per infrangere la legge”.

“Se la situazione fosse cambiata e il presidente Donald Trump avesse vinto le elezioni, e queste fossero migliaia di campagne” Black Lives Matter “e dimostranti contro la corruzione, sarei stato ansioso”, ha detto Johnson.

Cinque persone sono state uccise in scontri il 6 gennaio al Campidoglio, tra cui un agente di polizia, e dozzine sono rimaste ferite. I pubblici ministeri hanno accusato più di 300 persone di crimini e quasi molti di loro sono stati arrestati. Quaranta persone sono state arrestate per aver aggredito agenti delle forze dell’ordine.

“Questa non è stata un’insurrezione armata per me”, ha detto Johnson al conduttore radiofonico. Intendo “armato” Quando senti la parola “armato”, non pensi alle armi da fuoco?

Il Milwaukee Journal Sentinel ha chiesto a Johnson di dimettersi In un editoriale. “Se Johnson corre di nuovo, dovrebbe essere contrastato sia alle primarie che alle elezioni generali da persone che si preoccupano abbastanza della democrazia da sostenerla e difenderla”, ha detto il giornale.

“No, senatore Ron Johnson”, ha twittato Noah Bookbinder, presidente di Citizens for Responsibility and Ethics a Washington, “La verità è che i ribelli del 6 gennaio hanno infranto la legge, danneggiato e ucciso le forze dell’ordine e stavano cercando di rovesciare gli Stati Uniti eletti governo.

READ  Il diario di Linda Tripp dice che Monica Lewinsky era interessata a una relazione sessuale con Bill Clinton

“Dire che è vero il contrario per quanto riguarda questo gruppo di ribelli, ma che ti saresti preoccupato se avessero protestato da Black Lives Matters, è razzista, pericoloso e inappropriato come membro del Senato degli Stati Uniti”.

L’ex senatore democratico Barbara Boxer era d’accordo.

“Tutti nel paese e nel mondo hanno visto che i ribelli picchiavano, ferivano e uccidevano le forze dell’ordine al Campidoglio, e li hanno visti infrangere ripetutamente la legge mentre rompevano finestre e inquinavano il castello della democrazia”, ​​ha scritto su Twitter. “Tutti tranne il senatore Ron Johnson. Deve andare.”

Johnson è stato un senatore per due mandati che sarà rieletto nel 2022. È stato uno dei più accesi sostenitori di Donald Trump durante il processo di impeachment dell’ex presidente e ha sostenuto gli sforzi di Trump per rovesciare le elezioni del 2020.

Giorni prima di invadere il Campidoglio, Johnson Diffondere bugie Sulla frode degli elettori alla televisione nazionale e ha chiesto una “piena autorità investigativa e di accertamento dei fatti” per controllare le elezioni. Il Dipartimento di Giustizia di Trump non ha trovato prove di frode e dozzine di tribunali hanno respinto le accuse di frode da parte degli avvocati di Trump come infondate.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x