Italia e Spagna aprono le semifinali con l’epico replay di Euro 2020 – News Sport, Firstpost

L’Italia di Roberto Mancini ha stabilito un record mondiale di 37 partite senza sconfitte e ha una rosa piena di giocatori che hanno contribuito alla loro marcia verso la gloria nella finale del Campionato Europeo contro l’Inghilterra a Wembley.

I giocatori dell’Italia festeggiano dopo che Jorginho ha segnato il calcio di rigore decisivo contro la Spagna allo stadio di Wembley a Londra. AP

Italia e Spagna si affronteranno in semifinale mercoledì quando scenderanno in campo a San Siro per la gara di apertura della quarta finale di Nations League, nell’epica rivincita delle semifinali di Euro 2020.

La Spagna ha chiuso ancora una volta perdente nelle semifinali del Campionato Europeo di luglio, con gli Azzurri che hanno vinto ai rigori e continuano a vincere il torneo, iniziando un’estate sportiva indimenticabile per l’Italia.

L’Italia di Roberto Mancini ha stabilito un record mondiale di 37 partite senza sconfitte e ha una rosa piena di giocatori che hanno contribuito alla loro marcia verso la gloria nella finale del Campionato Europeo contro l’Inghilterra a Wembley.

“Affronteremo una grande squadra italiana: hanno meritatamente battuto l’Inghilterra nella finale del Campionato Europeo, mantenendo la loro lunga striscia di imbattibilità”, ha detto il Ct della Spagna Luis Enrique dopo l’annuncio della sua squadra giovedì.

“Ma come dice il nostro psicologo, la sconfitta arriva a tutte le squadre. Ciò significa che sono più vicine alla sconfitta e quel momento si sta avvicinando”.

E Mancini ha ammesso che “la Spagna è stata la squadra con cui abbiamo faticato di più durante Euro 2020”.

“Sono una buona squadra con buoni giocatori. Sarà una bella partita”, ha detto a UEFA.com.

READ  La prossima Renault Biscopo? Wellington Phoenix firma il centrocampista italo-australiano

L’unico volto diverso dei tifosi dell’Europeo avrebbe dovuto essere il centrocampista della Roma in forma Lorenzo Pellegrini, che domenica ha segnato il suo sesto gol stagionale in tutte le competizioni.

Ma gli infortuni che hanno preceduto e durante le partite di Serie A, l’attaccante della Juventus Moise Kean, il difensore dell’AC Milan Davide Calabria e il giovane dell’Inter Federico Dimarco sono stati reclutati all’ultimo minuto.

Il trio si è unito successivamente al posto del solito attaccante italiano Ciro Immobile e del giocatore dell’Atlanta Raphael Toloi e Matteo Pesina.

Per DiMarco, questa è la sua prima telefonata in assoluto e arriva dall’uomo che ha esordito il 23enne all’Inter nel 2014, dove ha impressionato finora in questa stagione.

filosofie simili

La partita vedrà anche Gianluigi Donnarumma tornare a San Siro dopo aver lasciato il Milan a parametro zero per andare quest’estate al Paris Saint-Germain.

Alla domanda se potrebbe essere arrabbiato con i tifosi del Milan dopo una mossa che ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi, Donnarumma ha detto: “Sarebbe triste se ciò accadesse.

“Ho sempre dato tutto al Milan e spero che la questione venga messa da parte”, ha aggiunto.

Luis Enrique ha anche lottato con problemi di infortunio a causa di partite di club che sono arrivate troppo in fretta tra la sosta per le nazionali del mese scorso e le Final Four.

L’adolescente Pedri non sarà coinvolto dopo essersi infortunato per la seconda volta in meno di un mese, perdendo una squadra giovanile simile a quella che ha superato le aspettative agli Europei.

Pedri è stato uno dei migliori giocatori del torneo e ha messo a dura prova i famosi centrocampisti italiani Jorginho, Marco Verratti e Nicolo Parilla nella maggior parte delle loro emozionanti semifinali.

READ  I fan possono guardare la Norvegia (A) solo su SKY o NOW TV - News

Anche Brian Gill del Tottenham è stato inserito dopo che Marcos Llorente ha subito un infortunio alla coscia durante la vittoria per 2-0 dell’Atletico Madrid sul Barcellona nel fine settimana, mentre il centrocampista diciassettenne dei giganti catalani Gavi è stato selezionato nonostante avesse solo quattro nel campionato spagnolo. Apparizioni in suo nome.

L’ex allenatore dell’Italia del Barcellona Luis Enrique li ha elogiati nonostante la straziante sconfitta a Wembley, e ha continuato il suo affascinante attacco prima di quello che promette di essere un buon inizio per le Final Four.

“Avremmo potuto batterli ma non l’abbiamo fatto, siamo due squadre con una filosofia simile e speriamo di fare un’altra partita emozionante”, ha detto.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x