La tripletta di Lydia Thompson completa la vittoria dell’Inghilterra sull’Italia di 12 tentativi | Campionato Sei Nazioni femminile

Venti e il numero è in aumento. L’Inghilterra ha apportato le modifiche a Parma dopo la grande vittoria di Edimburgo, ma il risultato è stato lo stesso, con la squadra di Simon Middleton che ha segnato 12 tentativi per la 20esima vittoria consecutiva. La Francia è stata assolutamente fantastica sabato e sono l’unica squadra che può vivere con l’Inghilterra. Il loro incontro con le Red Roses alla fine del mese deciderà sicuramente il destino delle Six Nations Ladies quest’anno.

In uno di quei nove cambi di allenatore rispetto al fine settimana precedente, Natasha Hunt è tornata alla sua prima nazionale in 18 mesi. Si dice che Hunt si sia disinnamorato del gioco durante il blocco, ma ancora una volta sembrava felice di indossare una maglietta bianca e ha stretto una relazione istantanea con la compagna di linebacker Zoe Harrison.

È stata una rimonta perfetta per Hunt, che è stato nominato Man of the Match dai padroni di casa italiani, e ha segnato un posto ai Mondiali di questo autunno in Nuova Zelanda mentre l’Inghilterra cerca di vincere l’ultimo titolo detenuto nel 2014.

Lydia Thompson potrebbe aver vinto questo premio con tre tentativi e il punteggio finale arriva con l’ultimo passaggio della partita. È stata una prestazione dura dell’Inghilterra contro una squadra che è stata travolta dalle cose.

L’unica piccola nuvola all’orizzonte di Rose Red è stata l’infortunio del loro capitano, Bobby Kleel, che ha finito di mettere un impacco di ghiaccio intorno al ginocchio destro dopo un intervento della fabbro italiana Sarah Tonsi.

Era un’epoca disperata per l’Italia. Non sarebbe stato facile quando una squadra ha dovuto fare oltre 200 interferenze in una partita e l’Italia ha gareggiato bene quando è crollata, ma alla fine il loro muro difensivo blu è stato infranto più e più volte e hanno aggravato la loro miseria con innumerevoli errori.

Poco si è visto del loro talentuoso centro Beatrice Rigoni, che ha preso un cartellino giallo verso la fine per un’uccisione palla. Riassunto della Giornata dell’Italia. Sfortunatamente, non c’erano molti dubbi su chi fossero i professionisti e chi fossero i dilettanti là fuori.

Hunt ha contribuito a progettare il primo tentativo quattro minuti dopo e Sarah McKenna è rimasta sbalordita come chiunque altro vagando nell’angolo senza alcun difensore in vista. L’Inghilterra ha cercato di eseguire la palla dal fischio, e quando Helena Rowland ha trovato spazio sulla destra, il centro ha lavorato abilmente sull’altra ala inglese, Thompson, nell’angolo.

La squadra inglese è scattata in avanti dalla linea offensiva e Lark Davies ha corso per un terzo tentativo. Shaunagh Brown, sostenuta dagli Harlequins, si è poi fatta strada per cercare il quarto punto bonus con meno di mezz’ora sul cronometro, ed era chiaro che l’Italia era nel pomeriggio. Il distinto Alex Matthews, uno degli altri cambi della settimana precedente, è stato sollecitato dai suoi compagni attaccanti prima dell’intervallo.

Il traffico a senso unico è continuato nel secondo tempo mentre l’Inghilterra ha ampliato la propria difesa e Thompson ha superato il secondo tentativo. Anche Vicki Fleetwood, sostituta all’inizio del secondo tempo, ha sfiorato il tentativo di segnare con un vantaggio degli attaccanti fuori dalla linea. Tuttavia, Fleetwood è stata decisamente lenta nel segnare rispetto a Sarah Burne che è rimasta in campo per pochi secondi quando, con il suo primo tocco di palla, è scivolata a 30 metri lungo la linea laterale per superare la stanca difesa italiana.

L’argomento è continuato quando è apparsa Emma Singh. Non è stato il miglior passaggio di Roland ma la palla si è bloccata e il terzino si è precipitato a segnare nello stesso angolo. Middleton ha aspettato un quarto d’ora dalla fine prima di portare Emily Skrat che ha afferrato un piccolo calcio perfetto di Harrison per segnare vicino ai pali. Ci è voluto l’ufficiale della partita TV per decidere che l’Inghilterra non aveva preso un difensore ma ora si stava girando per attaccare.

“Hai giocato un piccolo ruolo nel mandare la palla su una straordinaria linea di difesa”, ha detto Hunt. Era modesta, ma Hunt sapeva che le era stata data una poltrona dal suo gruppo dominante, attaccanti che erano stati trasformati in una vera forza sotto la tutela dell’ex blocco dell’Inghilterra Louis Deacon.

Cleall ha detto: “Abbiamo lavorato con i nostri calzini lassù. Non ha sempre ripagato, ma abbiamo portato nove giocatori ed è stato molto semplice”.

Non c’è dubbio che Middleton riformerà la sua squadra ancora una volta quando la sua squadra incontrerà il rinnovato Galles a Kingsholm questo fine settimana. In verità, non importa chi sceglie un’altra forza lavoro impressionante questo pomeriggio.

READ  Silk Faw costruisce uno stabilimento di auto sportive nella Motor Valley in Italia

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x