L’accordo di acquisizione di Microsoft Activision Blizzard deve affrontare grossi ostacoli

Microsoft ha subito diverse importanti battute d’arresto nella sua proposta di acquisizione di Activision Blizzard, con la Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito e la Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti che hanno introdotto nuovi ostacoli alla conclusione dell’accordo alla fine del 2022.

Sebbene la CMA fosse originariamente prevista per emettere una decisione chiara entro marzo 2023, aprendo la strada a una possibile approvazione in futuro, tale decisione è stata ora ritardata di diverse settimane, per 26 aprile 2023.

L’estensione è in vigore data la portata e la natura dell’accordo Activision Blizzard e probabilmente esaminerà i franchise Microsoft proposti di recente, come gli accordi di 10 anni. conservare Call of Duty su PlayStatione io Porta il franchise sull’hardware Nintendo.

Nel prendere questa decisione, il gruppo investigativo ha tenuto conto della portata e della complessità dell’indagine, della necessità di prendere in considerazione una grande quantità di prove, nonché rapporti primari e di terze parti, e la necessità di concedere tempo sufficiente per un’azione completa e valida. Calcola i commenti che saranno
Ha ricevuto una risposta tempestiva alle conclusioni provvisorie del gruppo investigativo e ha raggiunto una decisione finale pienamente motivata entro i tempi previsti dalla legge”, Martin Coleman, responsabile del team investigativo dell’Autorità per la concorrenza e i mercati Annunciato nel gennaio 2023.

“Il gruppo investigativo ritiene che vi siano motivi particolari per cui il rapporto non è stato preparato e pubblicato durante il periodo di riferimento originale”.

Leggi: Microsoft si impegna a portare Call of Duty su Nintendo per 10 anni

Quella decisione non è l’unico ostacolo che Microsoft deve affrontare ora: secondo quanto riferito, la FTC non ha ancora avviato discussioni “sostanziali” sulla legalità dell’acquisizione di Blizzard da parte di Activision.

READ  Alice Gear Aegis CS per PS5, PS4 e Switch ottiene una nuova promozione su Ayaka Ichijou, Aika Aikawa e Mutsumi Koashi

Reuters Ha riferito che mentre la FTC aveva richiesto che l’accordo fosse bloccato nel dicembre 2022, sostenendo che Microsoft avrebbe ottenuto un vantaggio competitivo sleale sui suoi concorrenti se avesse acquisito Activision Blizzard, non ci sono state discussioni di accordo significative, a partire da gennaio 2023. probabilmente sarà lungo e, come nel caso dell’indagine approfondita dell’Autorità per i mercati dei capitali, ciò potrebbe significare che un’eventuale approvazione richiederà diversi mesi.

A questo punto, sembra che la FTC emetterà una sentenza secondaria sull’accordo nell’agosto 2023, ma come la FTC, la FTC ha motivi per ritardare un’indagine per esaminarne ulteriormente i dettagli. Se tale opzione dovesse essere esercitata, Microsoft potrebbe prendere in considerazione un accordo nel 2024, o anche oltre.

Non ha aiutato il fatto che Microsoft sia stata recentemente costretta a ritirare una dichiarazione secondo cui la FTC operava illegalmente. per me AxiosI documenti depositati in risposta alla causa della FTC affermavano che la società aveva violato la Costituzione degli Stati Uniti tentando di bloccare la vendita di Activision Blizzard.

Quella dichiarazione è stata rapidamente etichettata come un errore da Microsoft, ma è improbabile che affascini l’azienda alla FTC o fornisca alcun incentivo per una decisione rapida.

A questo punto, la proposta di acquisizione sembra essere ancora in acque agitate, con ostacoli ancora da superare mentre la CMA intensifica le sue indagini e la Federal Trade Commission avvia un processo separato e altrettanto rigoroso. Tuttavia, i giudizi sono fuori, è probabile che Microsoft abbia un altro anno difficile.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x