L’imminente incidente di Gasly mette in evidenza una cosa: i trattori non appartengono a una pista attiva di F1!

  • Pierre Gasly ha quasi colpito un trattore di recupero durante il Gran Premio del Giappone 2022.
  • Il trattore è entrato in una pista attiva mentre le guardie hanno proceduto a rimuovere la Ferrari condannata da Carlos Sainz.
  • Jules Bianchi ha subito lesioni mortali durante il Gran Premio del Giappone 2014 in condizioni meteorologiche simili.

La Formula 1 non sembra imparare perché abbiamo quasi visto una ripetizione del 2014 Gran Premio del Giappone Nel 2022 – in condizioni simili. Solo che questa volta l’autista è stato fortunato ad essere scappato salvandosi la vita.

Durante la gara di oggi (9 ottobre), il pilota di AlphaTauri Pierre Gasly ha iniziato a caricare la griglia dalla corsia di parcheggio. Quando la gara è iniziata, ha aspettato all’uscita dei box per unirsi al treno a motore mentre giravano intorno al circuito di Suzuka.

Ma gli incidenti di apertura che hanno coinvolto Carlos Sainz (Ferrari) e Alex Albon (Williams) hanno messo in luce la safety car e, infine, la bandiera rossa. Tuttavia, Gasly era un uomo responsabile e le diede intere pillole. Quando Sainz ha perso il controllo della sua auto ed è entrato nei cordoli, il trattore di recupero è uscito di pista quasi immediatamente.

Non solo era pericoloso, ma entrava anche in una pista attiva! Ghazi a malapena l’ha evitato, che lo ha mandato su tutte le furie alla radio della squadra. E quando la bandiera rossa è stata alzata sulla gara ei piloti sono tornati ai loro stivali, è stato visto parlare ad alta voce alla sua squadra.

Ricorda Jules e gli altri

READ  Come i QB di Brock Purdy Kurt Warner e Dan Marino hanno pareggiato oltre 49 catture

Al Gran Premio del Giappone 2014, Jules Bianchi ha fatto schiantare la sua Marusia sul retro di un trattore da recupero. È stata la prima volta dal Gran Premio d’Ungheria del 2009 che un pilota è rimasto gravemente ferito in una gara. Nell’evento ’09, una molla di un chilogrammo rimbalzò su Rubens Barrichello, colpendo Felipe Massa della Ferrari sul casco.

L’impatto di Massa ha perso i sensi, spingendolo contro le barricate. Massa tornerà a correre solo nel 2010. In precedenza, l’ultimo grave incidente è stato Ayrton Senna, scomparso al GP di San Marino nel 1994. Senna è stato l’ultimo pilota a morire a causa di infortuni legati alla gara mentre la Formula 1 si è intensificata. la sua sicurezza.

LEGGI: ​​Spiegare la confusione dietro il secondo campionato di Formula 1 di Max Verstappen

Nel 2018, il pilota di Formula 2 Antoine Hubert, un caro amico di Gasly, è morto al Gran Premio del Belgio. È stato il primo – e l’ultimo – pilota dopo Senna a morire durante una gara attiva. Ma Bianchi era ancora vivo quando ha lasciato la pista. Inconscio, ma vivo. È stato dichiarato cerebralmente morto nel 2015.

L’incidente della Bianchi ha messo in luce l’uso e l’implementazione di mezzi di rianimazione. Ha spianato la strada a come questi veicoli potrebbero essere utilizzati nelle future gare di F1; Non solo in Giappone, ma a livello globale. È frustrante e molto frustrante vedere quanto Gasly sia arrivato vicino al contatto con il trattore. La FIA e il Race Control avrebbero dovuto ricordare il Giappone 2014 e avrebbero dovuto fare una chiamata più sicura viste le condizioni insidiose.

READ  Il Portsmouth ha avviato un procedimento disciplinare per i post offensivi nella chat di gruppo dell'accademia

L’auto di recupero non appartiene a un circuito attivo, e sembra che F1 e FIA ​​abbiano dimenticato quanto sia pericolosa una situazione del genere.

ottenere minando Consegnato nella tua casella di posta, devi essere loggato nel tuo profilo News24 gratuito.

Una volta registrato, vai suLe mie newsletterSotto il tuo profilo, cerca minando nella categoria sport.

Iscriviti gratuitamente e sfoglia una selezione di Notiziario News24 scegliere da.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x