Niger: l’attacco alla casa di Sene Oumarou uccide la guardia | Notizie sul Niger

Due uomini in moto attaccano la casa di Sene Oumarou, presidente dell’Assemblea nazionale del Niger.

Le autorità hanno affermato che un attacco di mitragliatrice contro la casa di Sene Oumarou, presidente dell’Assemblea nazionale del Niger, ha ucciso una delle sue guardie e ferito gravemente un’altra.

Osini Salato, un consigliere di Umaru, ha detto ai giornalisti sabato che l’attacco, avvenuto nelle notti di venerdì e sabato, è stato compiuto da due uomini in moto.

Ha aggiunto: “Hanno sparato alle guardie (dispiegate davanti a casa sua), uccidendone una” e ferendone gravemente l’altra.

Sabato sera, il ministero dell’Interno del Niger ha confermato l’attacco in una dichiarazione, aggiungendo che gli aggressori hanno tentato senza successo di guidare un veicolo a quattro ruote motrici parcheggiato di fronte all’edificio prima di lasciare il posto.

Hanno aggiunto che i funzionari hanno aperto un’indagine sull’attacco.

Umaru guida il Movimento nazionale per lo sviluppo comunitario, che era al potere tra il 1999 e il 2010.

Omar, 70 anni, è arrivato terzo al primo turno delle elezioni presidenziali del dicembre 2020, prima di dare il suo sostegno all’eventuale vincitore, Mohamed Bazoum.

Nelle violenze scoppiate dopo la vittoria elettorale di Bazom a febbraio, i manifestanti hanno attaccato la casa di Omar, sparando a una delle sue guardie del corpo.

Il Niger si trova ai margini del deserto del Sahara, dove la sicurezza è una preoccupazione crescente dopo gli attacchi dell’ISIS e dei gruppi armati legati ad al-Qaeda dalla vicina Nigeria, Mali e Libia.

READ  Kylie McEnany è stata accolta con un contraccolpo arrabbiato dopo aver affermato di non aver mai mentito come portavoce della stampa della Casa Bianca.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x