Oscar: Will Smith vince il trofeo come miglior attore

L’attore 53enne è rimasto sbalordito dopo aver preso a pugni il comico Chris Rock per fare una battuta su sua moglie, Jada Pinkett Smith.

“Dune” ha vinto gli Academy Awards per il miglior suono, il miglior montaggio, la migliore fotografia, la migliore colonna sonora, la migliore scenografia e i migliori effetti visivi.

La star di Hollywood Will Smith ha terminato la sua corsa a vuoto agli Academy Awards quando ha sollevato Premio Miglior Attore “King Richard”, pochi minuti dopo aver preso a pugni il comico Chris Rock per aver scherzato su sua moglie, Jada Pinkett Smith.

Un pugno passerà alla storia degli Oscar come uno dei momenti più selvaggi dopo il 2017 mescolato in cui “La La Land” è stato erroneamente nominato miglior film invece di “Moonlight”. Il confronto è avvenuto dopo che Rock ha scherzato con Smith dicendo che non vedeva l’ora di un sequel del film di GI Jane, Pinkett-Smiths.

L’elenco completo dei vincitori della 94a edizione degli Academy Awards:

La migliore immagine: “CODA”

Annunci

Migliore attrice: Jessica Chastain, “Gli occhi di Tammy Faye”

miglior attore: Will Smith, “Re Riccardo”

Miglior regista: Jane Campion, “Il potere del cane”

Miglior canzone originale: ‘Non c’è tempo per morire’

Miglior documentario: “Estate dell’anima”

Miglior sceneggiatura adattata: “coda”

Miglior sceneggiatura originale: “Belfast”

Miglior design di moda: “Crudelia”

Miglior film internazionale: “Guida la mia auto”

Miglior attore non protagonista: Troy Kotsur, “CODA”

Miglior film d’animazione: “Encanto”

I migliori effetti visivi: “Dune di sabbia”

Miglior fotografia: “Dune di sabbia”

Miglior attrice non protagonista: Ariana Deboss, “West Side Story”

Miglior montaggio: “Dune di sabbia”

Miglior risultato: “Dune di sabbia”

Miglior suono: “Dune di sabbia”

Miglior scenografia: “Dune di sabbia”

Miglior trucco e acconciatura: “Tami Faye Eyes”

Migliore: Documentario (argomento breve): “Regina del basket”.

Miglior cortometraggio (animazione): Tergicristallo.

Miglior cortometraggio (live action): “Un lungo addio.”

L’attore è salito sul palco e ha schiaffeggiato Rock. Mentre si sedeva, Smith fu sentito gridare “Tieni il nome di mia moglie fuori dalla tua dannata bocca”. L’attore ha fatto riferimento all’incidente nel suo appassionato discorso di accettazione, riassumendolo come “L’amore ti farà fare cose pazze”. “Sono chiamato nella mia vita ad amare le persone, proteggere le persone ed essere un fiume per la mia gente… Devi essere in grado di tollerare gli abusi e devi essere in grado di far parlare le persone pazze di te. In questo business, devi essere in grado di avere persone che non ti rispettano e devi sorridere e fingere che vada bene Grazie Denzel (Washington), che qualche minuto fa mi ha detto… Ha detto, nel pieno dei tuoi momenti, stai attento , poi il diavolo viene a prenderti”.

L’attore ha ringraziato le star del tennis Venus e Serena Williams per essersi fidate della storia del padre. “Spero solo che non lo vedano in TV. Voglio ringraziare Venus, Serena e l’intera famiglia Williams per avermi affidato la tua storia. Questo è quello che voglio fare. Voglio essere un ambasciatore di quel tipo di amore , cura e attenzione. Voglio scusarmi con l’Accademia. Voglio scusarmi con tutti voi.” compagni candidati.

Era la terza volta che la star 53enne, che in precedenza era stata nominata due volte nella stessa categoria – “Ali” e “The Pursuit of Happiness” – è stato così fortunato – ma non è riuscito ad andare avanti. In questa categoria, Smith ha affrontato Benedict Cumberbatch di The Power of the Dog e Andrew Garfield di Tick, Tick…Boom!

La 94a edizione degli Academy Awards si è tenuta a Los Angeles il 28 marzo dopo una pausa di due anni persa a causa della pandemia.

In precedenza, “Dune” di Denis Villeneuve, che è stato nominato in 10 categorie, ha vinto i primi Academy Awards per Miglior suono, Miglior montaggio, Miglior fotografia, Miglior colonna sonora, Miglior scenografia, Migliori effetti visivi Nel controverso e preregistrato annuncio dell’Academy quest’anno.

L’Academy ha deciso di preselezionare otto categorie per gli Academy Awards di quest’anno, inclusi cortometraggi documentari, trucco/acconciature, scenografie, brevi animazioni, brevi live action e audio. McRoth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill e Ron Bartlett hanno vinto “Dune” nella categoria Best Sound, che ha ricevuto anche nomination da “Belfast”, “No Time to Die”, “Dog Power” e “West Side Story”.

Il leggendario compositore Hans Zimmer, noto per aver registrato la maggior parte dei film di Christopher Nolan, se ne è andato Miglior risultato originale Coppa “Duna”. Altri contendenti in questa categoria sono Nicholas Brittel, “Don’t Look Up”, Jermaine Franco, “Encanto”, Alberto Iglesias, “Parallel Mothers” e Johnny Greenwood, “The Power of the Dog”. Joe Walker ha portato a casa il trofeo per il miglior montaggio di “Dune”, battendo film come Don’t Look Up, King Richard, The Power of the Dog e Tick, TickBoom!.

Vinse anche il film design di produzione Lezione prima di Nightmare Alley, The Power of the Dog, The Tragedy of Macbeth e West Side Story. Greg Fraser ha vinto la migliore fotografia per “Dune”, che è stato nominato insieme a Nightmare Alley, The Power of the Dog, The Tragedy of Macbeth e West Side Story in questa categoria. Anche il film ha scelto Premio per la migliore scenografia Di Zsuzsanna Sipos e Patrice Vermette e i migliori effetti visivi di Paul Lambert, Tristan Miles, Brian Connor e Gerd Ness. Il premio per il miglior trucco e acconciatura è andato a Tami Fay. Nel Miglior cortometraggio documentario Vince la categoria Basketball Queen.

Il Miglior cortometraggio d’animazione Ha vinto un Oscar per Il tergicristallo. I candidati in questa categoria erano Art Affairs, Bestia, Box Palette e Robin Robin. Il Miglior cortometraggio dal vivo I vincitori dell’Oscar sono stati Riz Ahmed e Anil Karias per “The Long Goodbye”.

Attrice Ariana Debus Miglior attrice non protagonista Per la sua interpretazione in un adattamento di Steven Spielberg nel popolare musical di Broadway “West Side Story”.

DeBose è stata la prima a vincere dopo aver portato a casa tutti i principali premi nella categoria Miglior attrice non protagonista, tra cui un Golden Globe, un SAG Award e un BAFTA.

Il dramma giapponese “Drive My Car”, basato sul racconto del famoso scrittore Haruki Murakami diretto da Ryosuke Hamaguchi, ha vinto un premio Miglior film internazionale bottino. “Drive My Car” ha battuto i colleghi candidati “Escape” dalla Danimarca, “Hand of God” dall’Italia, “Lunana: A Yak in the Classroom” (Bhutan) e “Worst Person in the World” dalla Norvegia.

La star di “CODA” Troy Kotsur ha scritto la storia diventando la seconda persona sorda a vincere un titolo Miglior attore non protagonista Trofeo agli Oscar. La sua vittoria arriva più di 35 anni dopo che la co-protagonista Marley Matlin ha vinto un Oscar per il ruolo del protagonista in Children of a Lesser God (1986). Kotsur ha dedicato la sua vittoria ai sordi, ai disabili e alla comunità “CODA”. “È fantastico essere qui. Non posso credere di essere qui”, ha detto emozionato Kotsur attraverso un interprete di lingua dei segni americana nel suo discorso di accettazione. “Grazie all’Accademia per aver apprezzato il mio lavoro”.

(con il contributo delle agenzie)

READ  Nuova Batman Story in arrivo sui podcast di Spotify a maggio in nove lingue

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x