Più di 550 casi confermati di vaiolo delle scimmie sono stati segnalati in 30 paesi: l’OMS

Il capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha affermato che trenta paesi non endemici dell’epidemia hanno segnalato più di 550 casi confermati di vaiolo delle scimmie.

“Le indagini sono in corso, ma l’improvvisa comparsa del vaiolo delle scimmie in diversi paesi contemporaneamente suggerisce che potrebbe esserci stata una trasmissione non rilevata per qualche tempo”, ha detto Tedros ai giornalisti presso la sede dell’OMS a Ginevra mercoledì.

Poiché la maggior parte dei casi segnalati riguardava incontri sessuali tra uomini, queste comunità stanno lavorando per informare i propri membri sui rischi e sulle precauzioni che possono essere prese.

Il capo dell’OMS ha avvertito che “dobbiamo tutti lavorare sodo per combattere lo stigma, che non solo è sbagliato, ma può impedire alle persone infette di cercare assistenza, rendendo difficile fermare la trasmissione” e ha esortato i paesi colpiti ad espandere la loro sorveglianza per includere il più ampio Comunità.

Chiunque è a rischio di infezione se entra in stretto contatto fisico con qualcuno che ha il vaiolo delle scimmie. Tedros ha osservato che con l’evolversi della situazione, l’Organizzazione mondiale della sanità prevede di scoprire più casi.

“È importante ricordare che i sintomi del vaiolo delle scimmie generalmente scompaiono da soli, ma in alcuni casi possono essere gravi”, ha aggiunto.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità continua a ricevere aggiornamenti sullo stato dei focolai in corso di vaiolo delle scimmie nei paesi africani in cui la malattia è endemica.

L’alto funzionario dell’OMS ha stabilito le sue priorità per fornire informazioni accurate alle persone più a rischio; prevenire un’ulteriore diffusione tra quelli ad alto rischio; Protezione degli operatori sanitari in prima linea; Migliorando la nostra “comprensione” della malattia, hanno affermato le Nazioni Unite nel suo comunicato stampa.

READ  SpaceX prevede di lanciare 52 record nel 2022. Elon Musk

Alla luce delle crescenti segnalazioni di casi di vaiolo delle scimmie (MPX) in paesi non endemici, martedì il Ministero della Salute indiano ha agito in modo proattivo e ha pubblicato “Linee guida sulla gestione del vaiolo delle scimmie” per garantire una preparazione anticipata in tutto il paese.

“Finora in India non sono stati segnalati casi di vaiolo delle scimmie”, ha affermato il ministero della Salute in una nota. Come indicato, un caso di virus del vaiolo delle scimmie confermato in laboratorio è stato confermato dal rilevamento di una sequenza di DNA virale unica da parte di una delle due polimerasi. Reazione a catena (PCR) e/o sequenziamento. “Tutti i campioni clinici devono essere trasportati all’Apex Laboratory for ICMR-NIV (Pune) attraverso la rete del programma integrato di sorveglianza delle malattie (IDSP) nella rispettiva regione/stato”. Le linee guida per la gestione del vaiolo delle scimmie includono la patogenesi (incluso ospite, periodo di incubazione, periodo di trasmissibilità, modalità di trasmissione; definizioni di contatto e caso; caratteristiche cliniche e complicanze, diagnosi, gestione del caso, rischi, comunicazione e guida sulla prevenzione e il controllo delle infezioni (IPC) )). Compreso l’uso dei dispositivi di protezione individuale.” Le linee guida sottolineano il monitoraggio e la rapida identificazione di nuovi casi come le principali misure di salute pubblica per contenere l’epidemia, il che impone la necessità di ridurre il rischio di trasmissione da uomo a uomo. dichiarazione spiega le misure di prevenzione e controllo delle infezioni (IPC), IPC a domicilio, isolamento del paziente e strategie di trasporto in ambulanza, precauzioni aggiuntive da adottare, durata delle procedure di isolamento”. Devono essere monitorati almeno quotidianamente per segni/sintomi per 21 giorni dal ultimo contatto con il paziente o il suo materiale contaminato durante il periodo dell’infezione educare le persone su misure simili al virus del vaiolo delle scimmie, evitare il contatto con qualsiasi materiale del paziente, isolare un paziente infetto dagli altri e praticare l’igiene delle mani n bene, utilizzare adeguati dispositivi di protezione individuale (DPI) durante la cura dei pazienti.

READ  Rover cinese per indagare sul rilevamento di una "misteriosa capanna" sul lato opposto della luna

Il ministero ha anche affermato che il vaiolo delle scimmie è stato segnalato come endemico in molti altri paesi dell’Africa centrale e occidentale come Camerun, Repubblica Centrafricana, Costa d’Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Gabon, Liberia, Nigeria e Repubblica del Congo. , Sierra Leone. Tuttavia, sono stati segnalati casi anche in alcuni paesi non endemici come USA, Regno Unito, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Australia, Canada, Austria, Israele, Svizzera, ecc.

(Il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati riformulati solo dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed condiviso.)

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x