Tempo sullo schermo per i bambini: uno studio in Ontario ha scoperto che il tempo sullo schermo è triplicato in caso di pandemia

TORONTO – Secondo uno studio in Ontario, i bambini hanno trascorso sugli schermi quasi il triplo del tempo consigliato durante la pandemia, il che potrebbe essere collegato alla chiusura delle scuole e ai livelli di stress dei genitori.

I genitori che hanno partecipato allo studio hanno riferito che i loro figli trascorrono circa sei ore di tempo davanti agli schermi ogni giorno e alcuni bambini trascorrono fino a 13 ore al giorno sugli schermi.

Il tempo sullo schermo può includere giocare ai videogiochi, guardare la TV, scorrere uno smartphone o usare il computer.

La Canadian Pediatric Society raccomanda che i bambini di età superiore ai cinque anni mantengano il tempo davanti allo schermo di circa due ore al giorno.

“I nostri risultati sono stati molto sorprendenti”, ha detto Emma Doerden, professore alla Western University e co-autrice dello studio. In un comunicato stampa diffuso a ottobre.

“Era quasi tre volte la quantità raccomandata.”

studiando, Pubblicato sulla rivista Emotional Disorder Reports., nell’estate del 2020.

Lo studio ha rilevato che la chiusura delle scuole ha avuto un impatto notevole, con un aumento del tempo di visualizzazione da 2,6 a 5,9 ore in media durante la chiusura delle scuole a causa della pandemia.

Ma il numero di ore trascorse dai bambini sugli schermi non è stato l’unico obiettivo dello studio.

Lo studio ha esaminato 104 genitori con figli di età compresa tra 6 e 12 anni che sono stati reclutati per completare sondaggi online tra giugno 2020 e agosto 2020 che descrivono il tempo che i loro figli trascorrono davanti agli schermi, nonché i loro livelli di stress e la partecipazione alle attività dei loro figli.

READ  La Cina e gli Stati Uniti condividono i dati sulle missioni su Marte

Poiché l’epidemia è stata accompagnata da interruzioni significative delle normali routine familiari, i ricercatori stavano indagando se i livelli di stress dei genitori fossero in qualche modo correlati all’aumento del tempo trascorso davanti allo schermo dei bambini.

Hanno scoperto che lo stress dei genitori era un predittore significativo dell’aumento delle ore davanti allo schermo dei bambini.

Durante la pandemia, i genitori sono stati sottoposti a una grande pressione aggiuntiva in termini di gestione dei bambini, in particolare durante la chiusura delle scuole e l’emergere dell’apprendimento a distanza, che richiede maggiori capacità organizzative da parte dei genitori.

I livelli di stress possono anche variare da famiglia a famiglia, poiché alcuni genitori potrebbero aver perso il lavoro durante la pandemia, avere difficoltà finanziarie, ammalarsi o perdere membri della famiglia.

I genitori che hanno riferito di essere più coinvolti nelle attività dei loro figli hanno anche riferito di meno tempo davanti allo schermo per i loro figli.

I ricercatori hanno notato che l’aumento del tempo trascorso davanti allo schermo durante la pandemia potrebbe anche essere attribuito a cose come i bambini che trascorrono più tempo nelle loro case piuttosto che in attività ricreative con altri bambini e che non è stato possibile risolvere qualcosa che i genitori hanno causato interamente. comportamento e livelli di stress.

Hanno anche notato che dal momento che i genitori stavano annotando i loro ricordi di ore di utilizzo dello schermo, ciò potrebbe non essere del tutto accurato.

“Non conosciamo gli effetti a lungo termine del tempo sullo schermo”, ha detto Doerden nella dichiarazione. “Tuttavia, se (i bambini) sono seduti a guardare la TV e non svolgono alcuna attività, come fare esercizio fisico, mangiare cibo sano, leggere o interagire con gli altri, potrebbe avere un impatto perché sappiamo che queste cose sono importanti per un sano sviluppo del cervello nei bambini. “

READ  La nuova immagine di Hubble mostra la gravità ingrandita di una galassia lontana

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x