Trudeau e Biden tracciano percorsi diversi al Summit delle Americhe

Los Angeles –

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il primo ministro Justin Trudeau hanno tracciato strade nettamente diverse oggi al Summit delle Americhe.

Prima che inizino le riunioni a livello dei suoi leader, Biden si siede per fare un’apparizione con il conduttore di talk show Jimmy Kimmel.

Trudeau, che è arrivato a Los Angeles martedì in ritardo, ha iniziato a lavorare sulle priorità ambientali con la sua controparte delle Barbados Mia Motley.

Successivamente, il Primo Ministro parteciperà a una tavola rotonda con i leader dell’America Latina e dei Caraibi per discutere dei cambiamenti climatici, difendere i valori democratici e promuovere l’uguaglianza di genere.

Parlerà anche con Shelpan Amin, Presidente di General Motors International, dei veicoli elettrici, degli obiettivi climatici dell’emisfero e degli sforzi per stimolare la crescita economica.

A Ottawa, il ministro dell’Innovazione François-Philippe Champagne ha affermato che sarebbe utile alle persone dell’emisfero che i paesi facciano di più insieme per promuovere l’integrazione economica e le opportunità di esportazione.

“Penso che questa sia una regione economica in cui il Canada può svolgere un ruolo di primo piano con i Caraibi, l’America centrale e il Sud America”, ha detto Champagne mentre si recava a una riunione di festa.

Biden e Trudeau si incontreranno nel corso della giornata, quando il presidente ospiterà tutti i delegati alla cerimonia ufficiale di apertura.

Gli incontri hanno segnato una svolta per Trudeau, che ha trascorso martedì pomeriggio nell’aria traballante delle Montagne Rocciose tenendo incontri con funzionari militari in Colorado.

Lui e il ministro della Difesa Anita Anand hanno visitato il complesso di Cheyenne Mountain, il centro di comando fortificato che comprende parte del NORAD, il comando congiunto della difesa continentale.

READ  La coalizione afferma che una base irachena che ospita soldati statunitensi è stata attaccata da un drone | Notizie dal Medio Oriente

Entrambi i paesi concordano sul fatto che il NORAD, l’unico sistema di difesa nazionale bilaterale al mondo nel suo genere, ha un disperato bisogno di modernizzazione se vuole affrontare le moderne minacce di potenziali aggressori come Russia e Cina.

Ma né Trudeau né Anand forniscono indizi sul tipo di programma che potrebbe essere coinvolto.

Anand dirà solo che “una serie di iniziative” sono sul tavolo e che il piano di ammodernamento uscirà “presto” – un messaggio che comunica da mesi.

Trudeau e Anand, insieme ai leader statunitensi e canadesi del NORAD, hanno incontrato il Segretario alla Difesa Lloyd Austin in una sala del consiglio decorata con immagini di caccia e insegne militari.

ha affermato il generale Glenn Vanherk, generale dell’aeronautica americana, attuale comandante congiunto del NORAD e del comando nord degli Stati Uniti.

La delegazione canadese ha successivamente visitato la fortezza di comando del NORAD ricoperta di pareti di granito e cemento che sembravano più la tana di un cattivo di James Bond che una base militare.

VanHerck ha presentato a Trudeau un grande pezzo di roccia di montagna che circonda la base, montato su una piattaforma e adornato con due monete Leader’s Challenge.

“Molto impressionante”, Trudeau è rimasto sorpreso quando i funzionari hanno mostrato l’imponente porta blindata della struttura, un gigante idraulico spesso un metro e 20 tonnellate fortificato con 22 aste di acciaio spesse che scorrono per garantire una tenuta a prova di perdite.

Quindi, il Primo Ministro ha commentato le responsabilità congiunte del NORAD – l’unico sistema di allerta precoce del comando congiunto al mondo – come prova esemplare del rapporto unico tra Canada e Stati Uniti.

READ  La Corea del Nord afferma che è prematuro chiedere la fine della guerra di Corea

“Stiamo assistendo a un momento in cui il mondo si sta rapidamente trasformando” – riferendosi all’aggressione di Vladimir Putin in Ucraina, nonché alla prospettiva di sviluppare armi ipersoniche a lungo raggio in Russia e Cina, ha affermato Trudeau.

“Che si tratti di nuove minacce, nuove tecnologie o mutevoli realtà geopolitiche, diventa ancora più importante per amici e alleati come Canada e Stati Uniti continuare a lavorare a stretto contatto”.


Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press l’8 giugno 2022.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x