― Advertisement ―

spot_img

Studio: la Via Lattea potrebbe essere più grande del previsto

Kunming, 12 luglio 2020 (Xinhua) -- Gli scienziati hanno affermato che la Via Lattea potrebbe essere più grande di quanto precedentemente previsto e avere...
Homescience"Un vero incubo": l'influenza aviaria colpisce 7 fattorie nella Fraser Valley, travolgendo...

“Un vero incubo”: l’influenza aviaria colpisce 7 fattorie nella Fraser Valley, travolgendo il Wildlife Center – British Columbia

Sette allevamenti di uova nella Fraser Valley, nella Columbia Britannica, sono stati attaccati dall’influenza aviaria questo autunno e, mentre questi produttori lottano con i suoi effetti mortali e finanziari, un vicino centro faunistico è stato sottoposto a forti pressioni.

L’Elizabeth Wildlife Center di Abbotsford accoglie uccelli malati e feriti, ma con la malattia che si sta diffondendo nell’area, il suo fondatore non è in grado di tenere il passo con i protocolli di biosicurezza richiesti.

“È diventato un vero incubo perché ci sono così tante cose coinvolte”, ha detto Elizabeth Melnyk a Global News.

“Tutti i dispositivi di protezione di cui hai bisogno, la disinfezione, lo sbiancamento – va avanti all’infinito.”


Fare clic per riprodurre il video:

Il virus dell’influenza aviaria si diffonde ai mammiferi


Melnyk ha detto che il suo centro non riceve alcun finanziamento governativo, ma può ricevere fino a otto uccelli infetti al giorno.

La storia continua sotto l’annuncio

L’influenza aviaria, o influenza aviaria, è un’infezione virale contagiosa che provoca malattia e morte nel pollame infetto. Si trova naturalmente nelle specie acquatiche selvatiche, come oche e anatre, che possono trasmetterlo ad animali domestici come polli e tacchini.

Secondo il Centro per il controllo delle malattie della Columbia Britannica, dallo scorso anno si è verificata una “epidemia globale senza precedenti di influenza aviaria ad alta patogenicità” – il ceppo H5N1 – che ha infettato alcuni mammiferi, tra cui volpi, puzzole e mammiferi marini. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie della Columbia Britannica affermano che questo ceppo presenta un basso rischio per la popolazione, sebbene l’influenza aviaria possa infettare l’uomo.

READ  Meteo a Vancouver: come guardare l'epica eclissi solare del 2023

“Coloro che maneggiano uccelli malati o altri animali corrono maggiori rischi e dovrebbero prendere precauzioni”, consiglia.


Fare clic per riprodurre il video:

Una puzzola trovata morta a Richmond, Vancouver, è risultata positiva all’influenza aviaria


Sette aziende agricole tra Langley e Chilliwack sono state colpite questo autunno a causa della migrazione di uccelli selvatici nella regione, ha affermato Mark Siemens, presidente della British Columbia Egg Producers and Egg Farmers Association.

La storia continua sotto l’annuncio

“Sfortunatamente, la situazione comincia a sembrarci molto familiare perché siamo ormai al secondo anno di un’epidemia consecutiva, ma è finanziariamente devastante”, ha detto. “Non è qualcosa che è integrato nei nostri costi al supermercato.”

La Canadian Food Inspection Agency (CFIA) è l’agenzia principale del Canada per questa malattia. Chiunque abbia un uccello sospettato di avere l’influenza aviaria è invitato a contattare questa agenzia, il proprio veterinario e il British Columbia Animal Health Center di Abbotsford, che esegue i test per la malattia.

“I proprietari di uccelli hanno la responsabilità legale di notificare alle autorità gravi malattie degli uccelli come l’influenza aviaria. Non rimuovere gli uccelli malati dalle proprietà”, afferma il sito web del governo della Columbia Britannica.


Fare clic per riprodurre il video:

Il virus dell’influenza aviaria si diffonde ai mammiferi


Il 20 ottobre, il capo veterinario della provincia ha emesso un ordine per i polli e i tacchini regolamentati dalla Columbia Britannica di rimanere in casa, vietando agli uccelli di riprodursi nella Bassa Terraferma.

READ  Scheletro di dinosauro di 76 milioni di anni all'asta a New York City

La storia continua sotto l’annuncio

Siemens ha affermato che l’attuale epidemia è deludente, considerato tutto il lavoro svolto dagli agricoltori della Fraser Valley per rendere le loro attività più resistenti all’influenza aviaria.

“Lo abbiamo visto nel 2004 e abbiamo lavorato duramente per sviluppare un solido programma di biosicurezza che includesse più livelli di protezione per cercare di mantenere quegli animali sani e salvi”, ha spiegato.

“Ma con il ceppo del virus che stiamo affrontando ora, purtroppo lo vediamo diffondersi in alcune operazioni.”

Il ministro provinciale dell’Agricoltura, Pam Alexis, ha affermato che la provincia è preparata a qualunque cosa accada, riconoscendo l’aumento delle infezioni in questa stagione.

“Proprio l’estate scorsa, abbiamo avuto un programma di sovvenzioni da 5 milioni di dollari destinato agli agricoltori per aiutarli a essere più preparati, quindi il messaggio a tutti gli agricoltori è di rimanere vigili, fare tutto il possibile per proteggere la vostra azienda agricola in termini di rischi di biosicurezza”, ha spiegato. “Continueremo a lavorare insieme alla Canadian Food Inspection Agency per combattere tutto ciò che ci si presenta davanti.”


Fare clic per riprodurre il video:

La BC SPCA vuole che tu rimuova le tue mangiatoie per uccelli adesso


Ha inoltre consigliato a chiunque abbia un uccello ferito di non portarlo all’Elizabeth Wildlife Centre, ma piuttosto di rivolgersi al BC Animal Health Center, sempre ad Abbotsford.

La storia continua sotto l’annuncio

Mentre gli uccelli continuano ad apparire, Melnyk ha detto che la sua squadra sta “raschiando il fondo del barile”, lavorando esclusivamente sulle donazioni. Ha aggiunto che fino a domenica c’erano circa 35 uccelli morti o morenti a Cheam Lake, e lei aveva 21 uccelli morti o morenti al rifugio, oltre a tutte le altre chiamate regolari per il benessere degli uccelli non correlate all’influenza aviaria.

READ  Scavo in profondità: la ricombinazione genetica è legata all'espressione di tratti deleteri?

&Copy 2023 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.